menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ceglie, la stazione carabinieri

Ceglie, la stazione carabinieri

Rapinata tabaccheria a Ceglie

CEGLIE MESSAPICA – Volto coperto da passamontagna, pistola in pugno e minacce, poi la consegna dell'incasso e la fuga a piedi. Lo stesso copione per tutti, che siano rapinatori esperti o improvvisati cambia poco, le rapine, ormai sono quasi all'ordine del giorno.

CEGLIE MESSAPICA - Volto coperto da passamontagna, pistola in pugno e minacce, poi la consegna dell'incasso e la fuga a piedi. Lo stesso copione per tutti, che siano rapinatori esperti o improvvisati cambia poco, le rapine, ormai sono quasi all'ordine del giorno.

L'ultima risale a ieri sera, è stata perpetrata a Ceglie Messapica ai danni della tabaccheria al civico 53 di via Dante di Salvatore Sgura. Al momento del colpo all'interno nella tabaccheria c'era solo la dipendente, Veronica Sgura, cugina del titolare. La donna si è ritrovata in pochi secondi un uomo dall'altra parte del balcone che ha estratto una pistola, l'ha minacciata e si è fatto consegnare l'incasso. Si è poi dileguato a piedi.

Per la donna si è trattato solo di tanto spavento, non è rimasta ferita. La scena della rapina è stata ripresa dal sistema di videosorveglianza di cui è dotata l'attività commerciale, i carabinieri della compagnia di San Vito hanno preso visione dei fotogrammi, raccolto la testimonianza della vittima, e avviato le ricerche tese all'identificazione dell'ennesimo rapinatore solitario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento