menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Salvatore Barbarossa

Foto di Salvatore Barbarossa

Rapinatori scatenati: in città assaltata tabaccheria con estintore, a Oria esploso un colpo

Due rapine sono state perpetrate fra le ore 19 e le 19,30 ai danni di una gioielleria di Oria e all'interno della tabaccheria di piazza Telemaco Signorini, al Sant'Elia. La prima solo tentata, la seconda consumata.

Rapinatori scatenati in provincia di Brindisi. Dopo la rapina messa a segno nel primo pomeriggio ai danni della filiale della Banca popolare di Bari di Francavilla Fontana, altri due assalti sono stati perpetrati in serata. Uno, a Oria, è stato infruttuoso. Il secondo, a Brindisi, è andato a segno.

Intorno alle ore 19, due malfattori, entrambi con volto coperto, hanno tentato di fare irruzione all’interno della gioielleria “Di Noya”, situata in via Mario Pagano, a Oria. Ma i due non sono riusciti ad entrare e hanno esploso un colpo di pistola in aria, a scopo intimidatorio. Poi entrambi si sono dileguati per le vie limitrofe. Sul posto, per i rilievi del caso, si sono recati i carabinieri della locale compagnia. 

Rapina tabaccheria piazza Telemaco Signorini-2

Circa mezzora dopo, a Brindisi, altri due malviventi, con il supporto di un palo che li attendeva all'esterno, hanno seminato il panico all’interno di una tabaccheria situata in piazza Telemaco Signorini, traversa di viale Caravaggio, al rione Sant’Elia. In questo caso i banditi, entrambi con volto coperto da passamontagna, di cui uno forse armato di pistola, sono entrati nell’attività commerciale con un estintore utilizzato per creare una cortina fumogena che li nascondesse agli occhi delle telecamere. Poi hanno minacciato la titolare del negozio, facendosi consegnare l’incasso della serata, pari a circa 800 euro (in basso, i segni lasciati dall'estintore all'esterno della tabaccheria). 

f2e721cc-7727-42af-b1b0-340d21e2c954-2

Una volta arraffato il bottino, i delinquenti si sono dileguati a bordo della stessa auto con cui hanno raggiunto il bersaglio, una Peugeot station wagon  di provenienza furtiva. Sul posto si sono recati i poliziotti della Sezione volanti e i colleghi della squadra mobile. Un’ambulanza con personale del 118 ha prestato soccorso a una donna che ha accusato un malore. 

La Peugeot utilizzata nella rapina alla tabaccheria di piazza Telemaco Signorini-2

Intorno alle ore 21, la macchina utilizzata per il colpo (foto in alto) è stata abbandonata e data alle fiamme all'esterno dell'autorimessa della ditta cannone situata nei pressi dell'invaso del Cillarese. I banditi quindi, dopo la rapina, hanno imboccato la strada statale 379 per Bari, svincolando all'altezza dell'autorimessa, dove con ogni probabilità eramo attesi da un complice. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco d i poliziotti. Le forze dell'ordine acquisiranno le immagini riprese dalle telecamere della zona. 

Aggiornato alle ore 21,44

Le foto sono di Salvatore Barbarossa

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento