rotate-mobile
Cronaca

Razzia nei chioschi dei fiorai al nuovo cimitero. "Mettete le videocamere"

BRINDISI – Prima creare la necessità di protezione per poi passare a riscuotere il pizzo? O il tentativo di qualche spiantato di racimolare pochi spiccioli? Di certo qualcuno stanotte ha profanato il cimitero nell’area destinata ai chioschetti dei fiorai di recente costruzione. Appena consegnati, appena rovistati, messi a soqquadro e ripuliti dei pochi spiccioli che ogni buon commerciante lascia come fondo cassa per poter dare il resto ai clienti.

BRINDISI - Prima creare la necessità di protezione per poi passare a riscuotere il pizzo? O il tentativo di qualche spiantato di racimolare pochi spiccioli? Di certo qualcuno stanotte ha profanato il cimitero nell'area destinata ai chioschetti dei fiorai di recente costruzione. Appena consegnati, appena rovistati, messi a soqquadro e ripuliti dei pochi spiccioli che ogni buon commerciante lascia come fondo cassa per poter dare il resto ai clienti.

I danni in seguito all'effrazione seguita alla ricerca di danaro sono certamente superiori agli spiccioli rubati. Tre i chioscetti presi di mira probabilmente con la complicità della notte. E risveglio amaro per commercianti come Lucia e Lilli Fioretti e Rita Fiume, da decenni - nei chioschetti prefabbricati di metallo prima, nei nuovi e già precari locali in muratura - , sotto il sole di ferragosto, nel gelo dell'inverno e per 365 giorni all'anno, consentono con il loro lavoro a tutti i visitatori di portare un pensiero sulla tomba dei propri cari.

I topi dei chioschetti non si sono fatti alcuno scrupolo: hanno fatto irruzione in tre dei sei locali commerciali utilizzati dai fiorai dislocati a sinistra dell'ingresso principale. Hanno forzato le grate delle finestre situate nella zona posteriore, causando danni alla struttura e mettendo scompiglio all'interno dei negozi. Poi sono fuggiti via con un bottino di poche decine di euro, tutti in monete. Sconfortati i gestori delle attività, già soggetti ad atti vandalici, che lamentano l'assenza di videosorveglianza e la semplicità di accesso all'interno della zona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzia nei chioschi dei fiorai al nuovo cimitero. "Mettete le videocamere"

BrindisiReport è in caricamento