“Re Leone” in servizio a Brindisi

BRINDISI – La stragrande maggioranza anche dei colleghi, in divisa non lo aveva visto mai. Per questo il trasferimento alla questura di Brindisi dell’assistente capo Giacomo Leone, maratoneta di fama, ha fatto inevitabilmente notizia.

Giacomo Leone

BRINDISI – La questura di Brindisi ha conosciuto varie “mode” sportive. C’era un questore appassionato di ciclismo, e allora ecco che molti cominciarono a pedalare. Meno seguito ebbe il questore appassionato di trekking. E adesso che è arrivato – non come questore – nella sede di via Perrino un certo Giacomo Leone, come la mettiamo?

Leone, classe 1971 (annata buona, per ora la migliore, per il gran fondo e per la maratona italiana), assistente capo della Polizia di Stato, ha ottenuto finalmente una sede di lavoro non molto lontana dalla sua città natale, Francavilla Fontana, dove Piero Incalza ha allevato un nucleo di atleti forti e vincenti – come Ottaviano Andriani e il compianto Cosimo Caliandro - smentendo l’assunto che gli africani siano imbattibili.

Non a caso Giacomo Leone è stato il primo ed unico europeo a vincere la maratona più famosa del mondo, quella di New York (anno 1996). Chissà, forse da queste parti c’è il Dna giusto per tenere testa ai corridori delle savane e degli altopiani. Insomma, discorsi che portano lontano, perciò vedere Giacomo Leone in divisa invece che in tenuta da gara ha fatto un po’ effetto ieri in questura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Agli appassionati brindisini del running la notizia farà molto piacere. Ma anche a quanti hanno seguito le imprese del poliziotto di Francavilla Fontana e degli altri italiani delle Fiamme Oro e delle Fiamme Gialle sulle strade e le piste di tutto il mondo, tutti uniti nella speranza di tornare ad essere (come ci chiamavano) “lo Stivale delle sette leghe”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Marito aggredito con l'acido: la moglie non parla davanti al giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento