menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fucili da caccia sequestrati (Foto di repertorio)

Fucili da caccia sequestrati (Foto di repertorio)

Violazioni nella custodia delle armi: denunciati due cacciatori

A Ceglie Messapica per omessa comunicazione del cambio di domicilio, a Francavilla perché erano accessibili ai congiunti

Le omissioni nel rispetto delle norme che regolamentano la detenzione delle armi da caccia e da difesa personale hanno delle conseguenze, prima o poi. Ne sanno qualcosa due persone denunciate nei giorni scorsi dai carabinieri nel corso di interventi motivati da altri accadimenti.

A Ceglie Messapica, infatti, i militari della stazione locale erano intervenuti per un sopralluogo collegato a una denuncia di furto di un fucile calibro 12 effettuata da un uomo di 59 anni, il quale aveva riferito che i ladri erano entrati in casa sua utilizzando probabilmente chiavi che egli aveva smarrito in precedenza.

Ma nel corso del sopralluogo i militari hanno scoperto che l’uomo possedeva un altro fucile appartenuto al defunto genitore, e un terzo di sua proprietà, per i quali non aveva comunicato il cambio del domicilio di detenzione delle armi. Quindi, denuncia per detenzione abusiva dei fucili e sequestro delle armi.

È stato invece denunciato per omessa custodia di armi un altro 59enne, ma a Francavilla Fontana, a casa del quale i carabinieri del Norm della locale compagnia dell’Arma erano intervenuti a causa di una lite in famiglia.

Qui i carabinieri hanno accertato che uno dei congiunti dell’uomo possedeva la chiave dell’armadietto dove egli custodiva quattro fucili da caccia regolarmente denunciati, ma dei quali aveva ovviamente l’esclusiva responsabilità del possesso e dell’utilizzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento