menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reati in materia di stupefacenti: in due finiscono in carcere

Sono domiciliati a Brindisi e a Oria: nei guai due uomini per fatti commessi nel 2016 e nel 2009

BRINDISI -  Devono espiare la pena per reati in materia di stupefacenti: finiscono in carcere un 30enne brindisino e un 59enne di Oria. I Carabinieri della Stazione di Brindisi centro hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dall’ufficio esecuzione penale della Procura della Repubblica di Brindisi, nei confronti di Pietro Vergaro, 30enne del luogo, detenuto agli arresti domiciliari. L’uomo deve espiare il residuo di una pena di 8 anni, 9 mesi e 9 giorni di reclusione, per reati in materia di stupefacenti, commessi nell’anno 2016 a Torre Santa Susanna. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi.

I Carabinieri della Stazione di Oria, invece, hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dall’ufficio esecuzione penale della Procura della Repubblica di Taranto, nei confronti di Michele Pinto, 59enne del luogo, detenuto ai domiciliari. L’uomo deve espiare il residuo di una pena di 11 anni e 6 mesi di reclusione, per reati in materia di stupefacenti e porto abusivo di armi, commessi in Oria nell’anno 2009. L’arrestato, al termine delle formalità rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento