menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incendio alla Marco Pacuvio: "Gesto vile e deprecabile, si individuino i responsabili"

Ha suscitato un’ondata di sdegno l’incendio ai danni della scuola media Marco Pacuvio che stamani ha impedito agli alunni di prendere posto fra i banchi

Ha suscitato un’ondata di sdegno l’incendio ai danni della scuola media Marco Pacuvio che stamani ha impedito agli alunni di prendere posto fra i banchi. 

Paride Margheriti, presidente dell’associazione Antiracket-Antimafia, sostiene che “questa mattina alle dieci era previsto un incontro proprio alla “Marco Pacuvio”  con un testimone di giustizia sotto scorta, vittima della Scu,  per trattare il tema delle mafie del racket e le analogie con il bullismo, incontro che per ovvi motivi non è saltato ma semplicemente rinviato”.

“Il vile e deprecabile gesto – prosegue Margheriti - di chi lo ha commesso e al pari di chi lo ha assecondato, è un attacco alla buona scuola  che esiste nel nostro Paese e che va difesa  e sostenuta, il comprensivo Santa Chiara è un  simbolo di impegno e cuore per i ragazzi, non sarà certo questo episodio ad abbattere la costanza e la professionalità della dirigente Elvira D’Alo’ e dell’intero corpo docenti , ai quali noi diciamo che non sono soli, bensì la formazione di una rete tra istituzioni, forze dell’ordine , scuola, famiglie ed associazioni  isolerà atti del genere finalizzati alla destabilizzazione di percorsi formativi ed educativi”.

Ferma condanna arriva anche dai Giovani democratici e dalla Federazione degli studenti di Brindisi, che attraverso una nota a firma di Antonio Melcore, segretario Gd Brindisi, e Francesco Mauro, coordinatore Fds Brindisi, “esprimono la loro solidarietà agli studenti, ai docenti e al personale della Scuola Media “Marco Pacuvio” di Brindisi, vittima di un gravissimo atto incendiario ai danni della struttura”.
 
“Ancora una volta un’istituzione importante come la Scuola – proseguono Melcore e Mauro - diventa oggetto delle frustrazioni e valvola di sfogo di soggetti deviati che credono di non dover pagare mai per le conseguenze delle proprie inconsiderate azioni. Auspichiamo che le forze dell’ordine individuino al più presto colui o coloro che si sono macchiati di tale colpa e che la Giustizia proceda rapidamente nel fare il suo corso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento