menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz della polizia in un covo di ladri: recuperata una cassaforte

Era stata rubata alcune ore prima in un appartamento di Francavilla Fontana, e trasportata a Bari. Era ancora chiusa

FRANCAVILLA FONTANA – Grazie ad un blitz della Squadra Mobile di Bari nel covo di una banda di ladri balcanici e georgiani, nel capoluogo di regione, è stata rinvenuta anche una cassaforte trafugata – e ancora chiusa - in un appartamento di  Francavilla Fontana appena la notte precedente l’operazione della polizia, di cui i ladri hanno vanamente cercato di liberarsi.

Tutto è avvenuto lo scorso weekend quando la Mobile barese ha fatto irruzione in un’abitazione di via Bavaro, nella quale sono stati rinvenuti diversi oggetti provento di furto tra i quali la cassaforte, orologi e altri oggetti di valore come apparecchi fotografici, oltre a circa 2000 euro in  contanti.

Recupero cassaforte rubata a Francavilla Fontana (2)-2-2

I due occupanti dell’abitazione, Stanimir Simeonov di 30 anni, cittadino bulgaro, e Nika Abesadze di anni 40 anni, cittadino georgiano, entrambi con precedenti specifici, sono stati denunciati per ricettazione.

L’operazione rientra nelle iniziative disposte dal questore di Bari per il contrasto del fenomeno dei furti in abitazione nel periodo estivo. In tale quadro la V Sezione “Reati contro il patrimonio” della Squadra Mobile ha scoperto che in un appartamento di via Bavaro, occupato da extracomunitari, era stata portata refurtiva proveniente da alcuni furti consumati in Bari e provincia.

Recupero cassaforte rubata a Francavilla Fontana (3)-2

Al momento dell’irruzione gli uomini della Squadra Mobile hanno bloccato i due indagati mentre tentavano di disfarsi di parte del bottino, lanciando la cassaforte ancora chiusa da un balcone. I successivi accertamenti hanno rivelato che la cassaforte era stata smurata la notte precedente in un appartamento di Francavilla Fontanai cui proprietari si erano allontanati per il weekend.

Nel corso della successiva perquisizione i poliziotti hanno così rinvenuto un telefonino risultato provento di furto in appartamento consumato a Bari alcune settimane prima, nonché oggetti preziosi, orologi, penne da collezione e denaro contante, per un valore complessivo di oltre centomila euro, sulla cui provenienza sono in corso ulteriori accertamenti. Le immagini della refurtiva saranno pubblicate sul sito web della Polizia di Stato per facilitare il riconoscimento e la restituzione ai legittimi proprietari.

.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento