rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Refurtiva e armi improprie, denuncia

BRINDISI – Il pregiudicato brindisino Francesco Greco di 38 anni è stato denunciato dalla Digos per concorso in furto aggravato e porto e detenzione di oggetti atti ad offendere, e nello specifico una pistola a gas in grado di espellere pallini e riproduzione di una Beretta semiautomatica, una mazza da baseball in alluminio ed un coltello-seghetto a serramanico. Greco ha ricevuto contestualmente una informazione di garanzia dal pm di turno, Antonio Costantini, il quale ha convalidato con decreto la perquisizione effettuata dalla polizia.

BRINDISI - Il pregiudicato brindisino Francesco Greco di 38 anni è stato denunciato dalla Digos per concorso in furto aggravato e porto e detenzione di oggetti atti ad offendere, e nello specifico una pistola a gas in grado di espellere pallini e riproduzione di una Beretta semiautomatica, una mazza da baseball in alluminio ed un coltello-seghetto a serramanico. Greco ha ricevuto contestualmente una informazione di garanzia dal pm di turno, Antonio Costantini, il quale ha convalidato con decreto la perquisizione effettuata dalla polizia.

All'abitazione di Greco gli uomini del vicequestore Vincenzo Zingaro sono giunti seguendo altre piste, piuttosto che quella dei furti, inclusa quella delle rapine che si stanno verificando a ritmo serrato in città e in provincia. La pistola ad aria compressa, dotata di puntatore laser, era all'interno della sua custodia in plastica, in camera da letto. Il resto a bordo dell'auto di Francesco Greco, parcheggiata in garage: il coltello seghetto sotto il cruscotto, la mazza da baseball nel cofano, sopra una pila di sacchi industriali in polietilene.

C'erano anche due targhe, di diverso colore ma con la stessa sigla, con al margine il riferimento di un rivenditore Fiat di Barnsley, una città di 250mila abitanti nello Yorkshire del Sud, di cui si sta cercando di stabilire la presenza nel garage del pregiudicato brindisino. Chiarita invece quella dei sacchi in polietilene: un furto in una azienda prima sequestrata nell'ottobre 2010, poi confiscata , in cui Greco lavorava come operaio: la American Plast Srl. Il materiale è stato riconosciuto dall'amministratore della stressa American Plast. Pur essendo di libera vendita, la pistola ad aria compressa è stata sequestrata per stabilire se sia stata segnalata in qualche episodio delittuoso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Refurtiva e armi improprie, denuncia

BrindisiReport è in caricamento