menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'opera dedicata a Virgilio

L'opera dedicata a Virgilio

Regalo per Brindisi: pulizia gratis del monumento dedicato a Virgilio

Operazioni affidate ad Ecotecnica, Energeko e agli studenti del Palumbo, sotto il coordinamento del Comune

BRINDISI – Un regalo alla città di Brindisi per restituire il monumento a Virgilio, realizzato da Floriano Bodini nel 1985 e da allora mai pulito: le operazioni saranno svolte a titolo gratuito dagli operatori della società Ecotecnica, dai dipendenti della Energeko, con il supporto degli studenti del liceo Palumbo.

Il via libera ai lavori

Le palme dei giardini di piazza Vittorio EmanueleL’Amministrazione ha (finalmente) dato il via libera all’intervento  allo scopo di “riportare nella giusta luce il monumento a Virgilio” e consentire “una fruizione più attenta da parte di numerosi cittadini e turisti che attraversano la piazza intitolata a Vittorio Emanuele II. Anche se resta il problema legato alle condizioni di salute delle palme e alla sicurezza dei pedoni: rimangono imbragate con delle cime per evitare la caduta delle chiome

Il Comune, in tal modo, ha voluto dare risposte a “diverse sollecitazioni” sullo stato in cui si trova l’opera realizzata 33 anni addietro. “Pur essendo in buono stato di conservazione, necessita di una pulitura della superficie lapidea che negli ultimi tempi è stata macchiata da muschi e licheni”, ha scritto il dirigente del servizio Beni Monumentali di Palazzo di città, Nicola Zizzi. L’Ente ha chiesto l’autorizzazione alla Soprintendenza per la pulizia da eseguire con “mezzi propri e personale di società in house dell’Amministrazione comunale”. Agli atti, infatti, c’è una mail del 7 novembre 2017, la risposta è arrivata solo il 14 febbraio scorso.

Il parere della  Soprintendenza

Il soprintendente, l’architetto Maria Piccarreta, ha sottolineato che il “bene in oggetto non possiede i requisiti minimi con particolare riferimento alla vetustà dell’opera e per questo motivo non è possibile avviare alcuna procedura di verifica dell’interesse culturale”, stando alle disposizioni di legge vigenti in materia. Quel che invece si potrebbe fare, sarebbe azionare la procedura finalizzata al “riconoscimento del diritto d’autore”, ma questo è possibile unicamente su istanza degli eredi dello scultore Bodini.

L’opera di Bodini

“Ho accettato questo incarico di ricordare il bimillenario di Virgilio  per testimoniare, attraverso una grande scultura, il mio legame con i temi, con i significati epici e quotidiani di questo grande poeta”, scrisse Bodini l’anno dopo aver terminato il lavoro.
“Ho immaginato istintivamente la scultura in marmo bianco di Carrara, materia carica delle suggestioni della più grande tradizione classica da Fidia a Moore. In questo senso ritengo vitali ed attuali la scelta di simboli quali l’elmo e la Nike, l’ulivo, il cavallo, l’agnello, a significare il contrasto tra la pace e la guerra, il bene e il male, lo scorrere dei giorni e i drammatici contrasti che continuamente li travagliano”, ha scritto ancora Bodini. “La collocazione della scultura ha un senso preciso nel suo rapporto col mare, il mare orientale di Enea, che vide le ultime ore di Virgilio”.

La squadra di lavoro

Per quanto di competenza del Comune, il dirigente ha approvato i lavori di “pulitura” organizzati con il coinvolgimento delle società Ecotecnica srl, per la messa a disposizione degli operai e per l’acquisito dei prodotti necessari, ed Energeko, per la fornitura del messo cestellato in modo tale da rendere possibile i più alti dell’opera”. A dare supporto saranno gli studenti del liceo Palumbo nell’ambito delle attività di alternanza scuola-lavoro e in adesione al progetto “Adotta un monumento”, si occuperanno di effettuare i rilieri documentali e fotografici dell’intervento, per un approccio metodologico-scientifico di maggiore spessore. Il coordinamento è affidato ad Antonella Grassi, dell’ufficio Beni monumentali con l’ausilio del consulente esterno, Vincenzo Caiulo, restauratore. Tutte le operazioni saranno svolte a titolo gratuito, senza alcun onere per l’Amministrazione, come se fosse un omaggio a Brindisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento