rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

Rematore morto dopo la gara, l'autopsia dice: colpevoli le arterie

BRINDISI – Soffriva di colesterolo alto Benito Sinisi, il vogatore dell'associazione “Remuri” deceduto, domenica pomeriggio, nel corso della terza prova del VI Trofeo Adriatico nelle acque di Termoli. Il colesterolo alto avrebbe provocato l'occlusione delle arterie affaticando irrimediabilmente il cuore, che sotto lo sforzo della voga ha finito per arrestarsi.

BRINDISI - Soffriva di colesterolo alto Benito Sinisi, il vogatore dell'associazione "Remuri" deceduto, domenica pomeriggio, nel corso della terza prova del VI Trofeo Adriatico nelle acque di Termoli. Ciò avrebbe provocato l'occlusione delle arterie affaticando irrimediabilmente il cuore, che sotto lo sforzo ha subito un infarto.

Così l'autopsia disposta dal pm di Termoli spiega la morte del 53enne brindisino Benito Sinisi, operaio della Monteco, avvenuta nei pressi del Circolo della Vela della città molisana, sotto gli occhi attoniti dei suoi compagni e degli altri equipaggi. Vani sono stati i soccorsi per il vogatore brindisino, che è morto mentre si cimentava nella sua più grande passione.

Benito Sinisi faceva parte dell'equipaggio dei "Remuri" brindisini, famosi in città per aver saputo tenere in piedi l'antica tradizione della voga con le barche, come gli antichi pescatori che sfidavano il mare con la sola forza delle braccia, e vincitori di vari trofei nazionali, inclusa un'edizione di quello di cui si stava disputando una probva a Termoli.

Sconcerto per la sua morte improvvisa. Alle 14.30 il feretro di Benito Sinisi è arrivato nella sua casa di via Pasini al rione Paradiso, così come ha chiesto la moglie. Ad attenderlo c'erano tutti i suoi amici vogatori, gli stessi compagni con i quali ha vinto tante gare come quelle della scorsa edizione del Palio dell'Arca. Benito Sinisi lascia la moglie e tre figlie. L'ultimo commosso saluto di parenti e amici nel pomeriggio nella chiesa di San Nicola al quartiere Paradiso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rematore morto dopo la gara, l'autopsia dice: colpevoli le arterie

BrindisiReport è in caricamento