Venerdì, 23 Luglio 2021
Cronaca

Resistenza e reati contro il patrimonio: un giovane in carcere

Deve scontare la parte residua di una condanna pari a poco più di tre anni un 23enne residente a Oria

ORIA  –  La giustizia presenta il conto a un giovane che deve espiare la parte residua di una condanna a tre anni, un mese e 22 giorni di reclusione. Un 23enne di Oria, è stato condotto in carcere in esecuzione di un provvedimento di “revoca di decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo”, emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, per una serie di reati commessi nel periodo 2015-2016.

In particolare il 31 ottobre 2015, era stato arrestato dai carabinieri di Francavilla Fontana per “resistenza a pubblico ufficiale e violazione della misura di prevenzione”. Il 27 giugno 2017, a seguito di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Brindisi, è stato arrestato da personale dell’Arma di Oria per “associazione per delinquere finalizzata alla commissione di più reati contro il patrimonio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resistenza e reati contro il patrimonio: un giovane in carcere

BrindisiReport è in caricamento