menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banco dato alle fiamme: la scuola "Marco Pacuvio" resta chiusa

Gli alunni della scuola media presa di mira dai vandali potrebbero tornare fra i banchi venerdì 31 marzo. La preside ha comunicato la decisione dopo un sopralluogo effettuato dai tecnici dell'Asl, con gli assessori Greco e Campo

BRINDISI – Anche oggi niente lezioni per gli alunni della scuola media Marco Pacuvio di viale Aldo Moro.Forse si tornerà fra i banchi venerdì (31 marzo). I tecnici dell’Asl, a seguito di un sopralluogo effettuato insieme alla preside, Elvira D’Alò, e agli assessori comunali Maria Greco e Giampiero Campo, hanno stabilito che non ci sono ancora le condizioni per riaprire il plesso, a seguito dell’incendio appiccato mercoledì mattina (9 marzo) al banco situato all’interno di un’aula al pian terreno.

VIDEO: LA PRESIDE COMUNICA AGLI ALUNNI CHE LA SCUOLA RESTA CHIUSA

I danni sono di modesta entità. L’edificio non presenta problemi strutturali di alcun tipo. Nell’edificio si percepisce però un forte odore di fumo che potrebbe provocare dei disagi ai bambini con problemi di asma. La preside ha comunicato la decisione a un gruppo di alunni che si erano presentati all’esterno del plesso con divisa scolastica e zaini, nell’incertezza se sarebbero tornati fra i banchi o meno. La D’Alò si è intrattenuta per qualche minuto con i suoi ragazzi, invitandoli a riflettere sulla gravità del gesto.

Elvira D'Alò con gli assessori Maria Greco e Giampiero Campo-2

Un ignoto malfattore, all’alba di mercoledì, ha aperto un piccolo buco su una finestra in plexiglass di un’aula adiacente all’atrio di ingresso. Poi ha lanciato un pezzo di diavolina su di un banco che si trovava sotto l’infisso e ha appiccato il rogo. I primi ad accorgersi dell’incendio sono stati dei collaboratori scolastici, intorni alle ore 7,30. Sul posto si sono recati i vigili del fuoco e i poliziotti, che con l’ausilio di personale della Scientifica della questura di Brindisi hanno proceduta con i rilievi del caso.

La scuola, alla stregua di tutte le altre scuole pubbliche (sia del Comune che della Provincia) di Brindisi è sprovvista di telecamere. La D’Alò ha chiesto per l’ennesima volta all’amministrazione comunale di colmare questa lacuna con l’installazione di un impianto di videosorveglianza. Se l’ente pubblico non riuscirà a finanziare l’intervento, la preside non esclude di ricorrere a sponsor privati. Ad ogni modo alle 12 di oggi è previsto il sopralluogo dei tecnici di un istituto di vigilanza privato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

  • Eventi

    Concerto internazionale al Fanuzzi: una società brindisina ci riprova

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento