Cronaca piazzale Lenio Flacco

Restyling lungomare: si punta anche a recuperare il cuore delle Sciabiche

Sono arrivati al giro di boa i lavori di riqualificazione di piazzale Lenio Flacco, secondo lotto del restyling del lungomare di Brindisi. Basole nuove di zecca sono state installate nel tratto compreso fra piazza Montenegro e l'inizio di piazzale Lenio Flacco, nel punto in cui sostavano le giostre. Spunta l'idea di recuperare anche via Pompeo Azzolino

BRINDISI – Sono arrivati al giro di boa i lavori di riqualificazione di piazzale Lenio Flacco, secondo lotto del restyling del lungomare di Brindisi. Basole nuove di zecca sono state installate nel tratto compreso fra piazza Montenegro e l’inizio di piazzale Lenio Flacco, nel punto in cui sostavano le giostre. L’opera verrà completata con la realizzazione della nuova pavimentazione fino all’area antistante alla scalinata, dove il cantiere si interrompe.

I tecnici dell’ufficio Urbanistica coordinati da Fabio Lacinio stanno valutando in questi giorni la possibilità di apportare una variante al progetto, per Lavori riqualificazione piazzale Lenio Flacco-2riutilizzare le chianche storiche. Di recente è spuntata anche la suggestiva ipotesi di utilizzare la parte residua dei finanziamenti stanziati dalla Regione per recuperare la piazzetta di via Pompeo Azzolini, che fino alle prima metà del 900 costituiva il cuore pulsante del quartiere Sciabiche.

La precedente amministrazione comunale ottenne circa 2 milioni e mezzo per la riqualificazione della seconda tranche del lungomare, nell’ambito del progetto waterfront. Di quella somma, in virtù dell’adozione del criterio del massimo ribasso nella procedura di gara, sono avanzati circa 300-350mila euro, nel frattempo tornati in Regione.

Al vaglio del Comune c’è quindi la possibilità di chiedere all’ente la restituzione di questa cifra, per estendere il cantiere anche a via Pompeo Azzolino, in cui insiste uno degli archi più antichi del capoluogo. Se l’istanza dovesse andare in porto (compatibilmente con le inevitabili lungaggini burocratiche che accompagneranno il passaggio fra la Lavori riqualificazione piazzale Lenio Flacco 5-2giunta del presidente Nichi Vendola e quella che si insedierà al suo posto), finalmente si potrebbe recuperare uno degli scorci più significativi del centro storico, strappandolo al degrado e all’incuria che da decenni lo avvolgono. 

Da capitolato, ad ogni modo, i lavori, iniziati nel marzo del 2014, dovrebbero concludersi entro la fine del prossimo giugno. E’ prevista la realizzazione di sette chioschi per i paninari e di una giostra d’epoca. Il piazzale verrà collegato all’area parcheggio di via Spalato con un bus navetta. L’intera area sarà pedonale, ad eccezione di una corsia riservata ai mezzi di carico e scarico delle pescherie e ai residenti del posto.

E a proposito di Sciabiche, proprio ai primi di gennaio è stato bandito un concorso di idee per il recupero di questo ambito di waterfront, oltre a quello incluso fra il piazzale basso del Monumento al marinaio e l’ex molo Carboni. Per tale procedura, resa di dominio pubblico attraverso una determina pubblicata il 31 dicembre sull’albo pretorio,  è stata impegnata una somma pari a 50mila euro.

Ma la priorità, adesso, è di concludere chiudere i conti con piazzale Lenio Flacco secondo i tempi prestabiliti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restyling lungomare: si punta anche a recuperare il cuore delle Sciabiche

BrindisiReport è in caricamento