rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Ricerche, ma era scafo abbandonato

BRINDISI - Il relitto di un natante lasciato alla deriva due giorni fa dopo un'operazione di salvataggio al largo di Otranto, è stato avvistato oggi 6 miglia al largo di Casalabate da una nave in transito, e ha fatto scattare il dispositivo di soccorso a Brindisi, poi rientrato.

BRINDISI ? La segnalazione della presenza di un natante semisommerso circa 6 miglia al largo di Casalabate ha fatto scattare nel pomeriggio di oggi le ricerche in mare, coordinate dalla sala operativa della Capitaneria di Porto di Brindisi, con l?impiego della motovedetta CP 844 in servizio di ricerca e soccorso, mentre venivano allertati per un eventuale intervento anche un elicottero della Guardia di Finanza e il Nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco di turno, quello di Taranto.

La CP 844 ha operato con mare mosso e vento da sud-est con punte di 20 nodi ma è riuscita a localizzare il relitto, che presentava solo la prua affiorante. E? stato stabilito che si trattava dello scafo che due giorni fa era stato lasciato alla deriva dopo le operazioni di salvataggio di un gruppo di immigrati al largo di Otranto. Date le condizioni meteo marine, non è stato possibile il recupero neppure oggi, e il comandante della Capitaneria di Brindisi, Giuseppe Minotauro, ha disposto la cessazione delle ricerche.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricerche, ma era scafo abbandonato

BrindisiReport è in caricamento