Cronaca

Riciclaggio di un’Alfa Romeo Giulietta: brindisino condannato

Due anni di reclusione a Cosimo Guttagliere: il pm aveva chiesto quattro anni. L'auto rubata a Lecce

BRINDISI – Con l’accusa di riciclaggio di un’Alfa Romeo Giulietta, è stato condannato a due anni di reclusione Cosimo Guttagliere, 43 anni, di Brindisi.

La sentenza è stata pronunciata dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Brindisi, Giuseppe Biondi, a conclusione del processo con rito abbreviato chiesto dal difensore dell’imputato, l’avvocato Paolantonio D’Amico.

Il pubblico ministero Raffaele Casto, nel confermare la contestazione mossa nel capo d’imputazione aveva chiesto la condanna di Guttagliere alla pena di quattro anni di reclusione. Il gup, quindi, ha ridotto della metà la condanna, dopo aver riconosciuto le attenuanti generiche.  Il brindisino è stato condannato anche al pagamento di una multa per 800 euro.

L’auto risultò rubata a Lecce agli inizi del mese di gennaio 2017. Il brindisino venne fermato alla guida della Giulietta il 14 febbraio successivo. L'imputato ha sempre detto di non aver mai saputo della provenienza furtiva dell'Alfa Romeo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riciclaggio di un’Alfa Romeo Giulietta: brindisino condannato

BrindisiReport è in caricamento