menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Era diventato una mina vagante: ricovero coatto per essere curato

Era talmente terrorizzata dai comportamenti aggressivi del figlio, che era costretta a dormire barricata nel seminterrato della sua abitazione. Alla fine, è arrivato un provvedimento del gip Maurizio Saso, richiesto dal pm Francesco Carluccio della procura di Brindisi

OSTUNI - Era talmente terrorizzata dai comportamenti aggressivi del figlio, che era costretta a dormire barricata nel seminterrato della sua abitazione. Alla fine, è arrivato un provvedimento del gip Maurizio Saso, richiesto dal pm Francesco Carluccio della procura di Brindisi a risolvere la situazione di cui era progioniera una madre di Ostuni, che per lungo tempo ha subito aggressioni, percosse, insulti: nei confronti di M.M. di 28 anni, divenuto oramai una mina vagante anche fuori dalle mura domestiche è stata emessa una misura cautelare eseguita dai poliziotti del commissariato della Città Bianca, e il giovane è stato condotto presso la Residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza (Rems) di Carovigno, dove sarà sottopposto ai necessari trattamenti sanitari.

M.M., abitualmente, dopo le crisi di cui la madre era vittima, usciva per commettere reati anche in città: danneggiamenti, scippi, borseggi. Non c'era verso di porre fine a questa sequenza, anche perchè le condizioni psichiche del soggetto non erano compatibili con la permanenza in carcere. Il personale dell'ufficio denunce del commissariato, però, dopo aver raccolto l'ultimo racconto delle violenze subite da parte della madre del giovane, ha inoltrato alla procura una dettagliata relazione sui fatti, evidenziando che la pericolosità sociale del 28enne ostunese aveva raggiunto il limite e che era necessario un intervento risolutivo.

Da qui la decisione del pm di richiedere al giudice delle indagini preliminari una ordinanza applicativa di misura di sicurezza personale detentiva, con il ricovero presso la Rems di Carovigno, eseguita poi dagli uomini del commissario capo Gianni Albano. Qui M.M. resterà sino a quando il percorso riabiliativo non sarà completato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento