menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banchina invasa dai liquami: figuraccia con i crocieristi della Zenith

La nave da crociera ha ormeggiato presso la banchina carbonifera. Aria irrespirabile a causa dei liquami. L'agente marittimo: "L'Autorità portuale conosceva il problema"

BRINDISI - Nell’aprile del 2010 fu la prima nave da crociera a entrare nel porto interno,  inaugurando una serie di stagioni crocieristiche conclusesi nel novembre 2015 con l’ultimo approdo della Msc Magnifica. Oggi la Zenith della Pullmantur, riverniciata di blu, è tornata a Brindisi. L’imbarcazione ha varcato intorno alle ore 8 canale Pigonati, andando a ormeggiare nel Seno di Levante (nello stesso punto in cui sostava anche la Magnifica).  

Si è trattato di uno scalo occasionale, segnato purtroppo dal maltempo e dai liquami che fuoriuscivano da Liquami sulla banchina-2un tombino della banchina carbonifera (nel tratto compreso fra il nuovo terminal crocieristico e la sede della Polmare). Il fetore emanato era nauseabondo  L’agente marittimo Teodoro Titi, responsabile della “Titi Shipping”, manifesta tutto il suo disappunto per il ripetersi di una problematica già nota agli enti competenti.

“Oggi – dichiara Titi a BrindisiReport – per l’ennesima volta si è riproposto un disagio già segnalato all’Autorità portuale, che conosce il problema. Anche quando non piove, come accaduto in occasione dell’arrivo di mega yacht, fuoriescono liquami dai tombini della banchina carbonifera. E’ frustrante denunciare questa situazione ed è mortificante cercare ogni volta di nascondere tale scempio ai passeggeri. Noi facciamo di tutto per evitare che questi rivolgano lo sguardo verso i liquami, ma l’odore di fogna purtroppo non lo si può nascondere. Dall’Authority però ci siamo sentiti rispondere che non è una questione di loro competenza“.

Sempre a proposito di liquami, fra l’altro, nella giornata di martedì, come documentato da un video girato da un lettore, si è verificato uno sversamento di acqua marrone dalla banchina antistante ai giardinetti di piazza Vittorio Emanuele, fra l’ingresso dell’Autorità portuale e il comando della Capitaneria di porto. Inutile rimarcare che anche in questo caso l’aria era appestata da un odore insopportabile.

E’ stato pessimo, insomma, il biglietto da visita fornito ai 1600 passeggeri che si trovavano a bordo della Zenith. Solo in 600 sono scesi dalla nave, per fare un giro del Salento a bordo dei pullman messi a disposizione dal tour operator. Viste le avverse condizioni meteorologiche, in pochi hanno deciso di incamminarsi per le vie cittadine. Intorno alle ore 15, l'imbarcazione (realizzata nel 1992, lunga oltre 200 metri, capace di trasportare circa 2400 unità, compresi gli oltre 600 membri dell’equipaggio) ha mollato gli ormeggi, riprendendo la crociera.

Per quanto riguarda il 2016, l’approdo della Zenith dovrebbe restare l’unico di una nave da crociera. Per il 2017, invece, la Msc Crociere ha inserito il porto di Brindisi nel proprio canale crocieristico, con la “Musica”. In tutto sono previsti 29 imbarchi e sbarchi nell’ambito di una crociera che comprende Italia, Grecia e Montenegro, con avvio il 10 aprile e ultimo viaggio il 23 ottobre.

Si partirà da Brindisi, poi soste a Katakolon nel Peloponneso, dopo aver costeggiato le Isole Ionie, quindi Santorini nell’Egeo, Atene, e nuovamente Ionio con tappa a Corfù, quindi Kotor (lo splendido fiordo di Cattaro) in Montenegro, Venezia, e infine nuovamente Brindisi per lo sbarco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento