menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, a Brindisi attivi due centri raccolta ma i cassonetti occupano il marciapiede

Da oggi i brindisini avranno meno scuse in fatto di rifiuti: attivati due centri raccolta aperti da mattina fino al tardo pomeriggio

BRINDISI – Da oggi i brindisini avranno meno scuse in fatto di rifiuti: attivati due centri raccolta aperti da mattina fino al tardo pomeriggio. Uno si trova nella zona industriale in contrada Piccoli, nei pressi della litoranea ed è aperto dal lunedì al sabato dalle 7.30 alle 18.30.

“Qui, i cittadini potranno smaltire imballaggi in carta e cartone, plastica, legno, metallo; rifiuti di carta e cartone o di vetro; frazione organica umida; tubi fluorescenti e rifiuti contenenti mercurio; apparecchiature elettriche ed elettroniche; oli grassi e grassi commestibili e non;  farmaci; batterie esauste; rifiuti legnosi, plastici o metallici; sfalci di potature; ingombranti; cartucce e toner esauriti; rifiuti solidi urbani”. Scrive il capo della Municipale Teodoro Nigro in un una nota. Per accedere all’area occorrerà essere muniti di documento di riconoscimento valido e in possesso dell’attestazione di iscrizione al ruolo Tari del Comune o comunque di una ricevuta di pagamento della tassa sui rifiuti.

Il secondo centro di raccolta, invece, è stato individuato direttamente dall'Amministrazione Comunale e si trova nella sede della Brindisi Multiservizi, in via provinciale San Vito. È aperto dalle 9 alle 17.30 dal lunedì al sabato, potranno esser conferiti rifiuti ingombranti come materassi, poltrone, sedie, tavoli, divani e mobili in genere ma non elettrodomestici; sfalci di potatura, ramaglie, fiori, residui vegetali da pulizia dell’orto.

Anche in questo caso, per accedere al centro sarà necessario dotarsi di un documento di riconoscimento valido e di una ricevuta del pagamento della Tari. “I recenti controlli finalizzati alla verifica del rispetto delle norme poste a tutela di spaz ,  luoghi e marciapiedi pubblici  esclusivamente, questi ultimi, riservati ai pedoni, mostrano alcune condotte lesive proprio di quest’ultimo aspetto. In tal senso ed avendo come obiettivo reprimere il deposito di sfalci di potatura si precisa che gli stessi  raccolti in sacchi, mai possono essere depositati su marciapiedi o strade”. Vanno pertanto trattenuti nelle proprietà singole in attesa del ritiro ad opera della ditta Ecotecnica . Il limite quantitativo è di 240 litri . Ogni differente quantità va conferita nei due centri realizzati dal comune negli orari 09.00/ 12.30 e 15.30 /18.00 .

Intanto in via Romolo nei pressi dell'incrocio con via Imperatore Adriano i cassonetti sono stati posizionati sul marciapiede rendendo difficile il passaggio dei pedoni. La foto a corredo di questa segnalazione è stata inviata da un lettore che si chiede, appunto, se è giusto che il marciapiede debba essere occupato da ben quattro contenitori 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento