menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, a fuoco tre mezzi della nettezza urbana parcheggiati in deposito

Un incendio sulla cui natura indagano i carabinieri si è sviluppato intorno alle due della notte tra ieri e oggi, venerdì 2 febbraio, nel deposito mezzi all’aperto della nettezza urbana

SAN DONACI – Un incendio sulla cui natura indagano i carabinieri si è sviluppato intorno alle due della notte tra ieri e oggi, venerdì 2 febbraio, nel deposito mezzi all’aperto della nettezza urbana sito in via Turati a San Donaci. Ad andare a fuoco tre camion della raccolta della differenziata e alcuni contenitori.

camion san donaci rifiuti-2

Le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco giunti dal comando provinciale di Brindisi che non avrebbero trovato evidenti tracce riconducibili a qualche azione dolosa. Sul posto insieme ai carabinieri si è recato lo stesso sindaco Domenica Fina. La ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti per conto del comune di San Donaci è la Ecotecnica Srl, appalto assegnato di recente attraverso una “una gara ponte” dalla Stazione unica appaltante di Brindisi.

deposito mezzi rifiuti san donaci-2

Due dei mezzi distrutti appartengono alla ditta dei rifiuti il terzo è del Comune di San Donaci che lo ha concesso in comodato d’uso all’azienda. Anche il deposito mezzi è del Comune e a breve dovrebbe diventare un centro raccolta. Dal 22 gennaio è stato avviato il nuovo servizio che comporta miglioramenti nel “porta a porta spinto” e nei servizi accessori di igiene urbana. Oggi è previsto il ritiro dell'indifferenziata del vetro e dei metalli, servizio che non è stato sospeso a causa dell'incendio.

Come già accennato i vigili del fuoco non hanno trovato segni riconducibili ad azioni dolose, al loro arrivo il cancello del deposito era aperto, toccherà ai carabinieri fare chiarezza sulla vicenda. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento