Cronaca Via San Giovanni al Sepolcro

Rifiuti ammassati vicino al tempio e al teatro:stradine ridotte a discariche

Nulla è cambiato da quando lo scorso sette gennaio BrindisiReport ha pubblicato un articolo con foto che mostrano via San Giovanni al Sepolcro oberata da rifiuti di ogni sorta. Nel servizio erano state messe in rilievo, grazie alle segnalazioni di commercianti e ristoratori della zona, le difficoltà incontrate dalla ditta Ecologia Pugliese nella raccolta dei rifiuti

BRINDISI - Nulla è cambiato da quando lo scorso sette gennaio BrindisiReport ha pubblicato un articolo con foto che mostrano via San Giovanni al Sepolcro oberata da rifiuti di ogni sorta. Nel servizio erano state messe in rilievo, grazie alle segnalazioni di commercianti e ristoratori della zona, le difficoltà incontrate dalla ditta Ecologia Pugliese nella raccolta dei rifiuti proprio nel periodo caldo delle festività, lasciando la suddetta via in preda al Largo San Paolo-2sudiciume ammassato sui cassonetti, in balia delle precipitazioni e del vento. 

E la storia si ripete ancora, come documentato dalle foto inviate in redazione. La via infestata, ancora una volta, è proprio quella che porta al Tempio di San Giovanni al sepolcro, sito storico eretto tra l’undicesimo ed il dodicesimo secolo d.C. . Da ormai quattro giorni sono adagiati rifiuti di vario genere, sia differenziato che indifferenziato: dalle cassette per la frutta, a latte di olio vuote, sacchetti di umido, carta vetro e plastica (nella foto a destra, rifiuti in largo San Paolo).

I mezzi di cui dispone Ecologia Pugliese, del resto, come ammesso dai rappresentanti della ditta di Capurso nel corso di una conferenza stampa, non riescono ad addentrarsi nelle stradine del centro storico. E il risultato è che la spazzatura si accumula negli scorci più caratteristici del capoluogo.

Rifiuti vicino al teatro Verdi-2Questo avviene anche nelle zone di Largo Angeli,  dove si trova la chiesa di Santa Maria degli Angeli (eretta nel 1609), e largo san Paolo, dove i cassonetti sono grondanti di sacchetti e immondizia posata lì da giorni, e a pochi passi dal teatro Verdi. Soggetto allo stesso destino pure il quartiere Casale, come illustrano eloquentemente le foto, oltre alle zone di campagna.

I cittadini sono stufi di questa situazione ed esigono spiegazioni. Questo anche alla luce dell’indagine condotta dai poliziotti della Digos su presunte anomalie nel servizio di raccolta differenziata che vede coinvolta Ecologica Pugliese (nella foto a sinistra, rifiuti vicino al teatro Verdi).  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti ammassati vicino al tempio e al teatro:stradine ridotte a discariche

BrindisiReport è in caricamento