rotate-mobile
Cronaca

Rifiuti, concordato preventivo per Ecologica e Nubile

Il Comune risolve il contratto per l’impianto di frantumazione inerti e versa 262mila euro ai dipendenti dell’ex società di nettezza urbana

BRINDISI – Concordato preventivo, per evitare il fallimento, sia per la società Ecologia Pugliese che Nubile, la prima ex titolare dell’appalto di nettezza urbana, la seconda del contratto di gestione dell’impianto di Cdr. Entrambe le srl sono state ammesse alla procedura dal Tribunale, su istanza presentata alla fine del 2017, allegando un piano di pagamento dei creditori e di risanamento, allo scopo di riuscire a proseguire l’attività aziendale.

Un mezzo di Ecologica Pugliese 2-2

Ecologica Pugliese

Per Ecologica Pugliese il ricorso risale al 16 giugno dello scorso anno, davanti al Tribunale di Bari: la società ha gestito la raccolta differenza a Brindisi, per effetto dell’ordinanza firmata dall’allora sindaco, il 21 ottobre 2014, con successiva proroga a fronte di  un canone mensile pari ad un milione e 265mila, sino all’8 luglio 2017, quando il servizio è stato affidato alla società Ecotecnica srl  dopo l’aggiudicazione della procedura di gara.

Il Comune di Brindisi, intanto ha ricevuto diversi decreti ingiuntivi scaturiti da ricorsi monitori promossi contro l’Ente da parte di ex dipendenti della Ecologica Pugliese srl al fine di ottenere il pagamento delle retribuzioni relative ai mesi di giugno e luglio 2017 e di altre voci retributive (tra cui la 14esima mensilità). Ritenendo che le azioni monitorie promosse contro il Comune di Brindisi dagli ex dipendenti della Ecologica fossero “illegittime ed infondate” il Comune di Brindisi, aveva deciso di promuovere opposizione contro i decreti ingiuntivi. Lo scorso 14 dicembre ha fatto un passo indietro perché è “intervenuto un componimento bonario tra l’Ente e gli ex dipendenti”, rappresentati dagli avvocati Francesco Arigliano, Alessandra Portaluri e Tonia D’Oronzo. L’intesa fra le parti riguarda il pagamento della somma complessiva di 262.599,25. Per la 14esima, l’importo è pari a  81.700,00; per le mensilità di luglio 2017 152.282,33; e infine per i contributi Inps relativi alle due voci 11.364,65 e  17.252,27.

L'impianto di frantumazione inerti della Nubile è a 200 metri dalla discarica

Nubile

Quanto alla Nubile, dal 22 luglio 2010 risultava titolare di un contratto per la gestione dell’impianto di frantumazione di inerti non pericolosi di proprietà comunale nella zona industriale di Brindisi, della durata di dieci anni. A Palazzo di città, il 13 luglio hanno scoperto che la srl è ancora “sprovvista di autorizzazione all’esercizio e che, in seguito a più sopralluoghi effettuati, lo stesso è sempre risultato non in esercizio. Anche la società Nubile srl, ha chiesto di essere ammessa al concordato preventivo, l’8 giugno dell’anno scorso e il provvedimento è stato adottato il successivo 20 novembre.

Il Comune anche sulla base di questa circostanza ha deciso di procedere con la risoluzione del contratto. La comunicazione è stata inviata il 19 luglio, ma “è rimasta senza riscontro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, concordato preventivo per Ecologica e Nubile

BrindisiReport è in caricamento