Cronaca

Abbandono dei rifiuti, 22 siti diventati discariche: multe e denunce

Sanzione fino a tremila euro. Seimila euro nel caso in cui si tratta di rifiuti pericolosi

BRINDISI - Ventidue aree, poco distanti dal centro urbano di Brindisi, sono diventate discariche abusive. Lo hanno scoperto i carabinieri del comando provinciale di Brindisi, impegnati nei controlli a tutela dell'ambiente, lo scorso mese di febbraio.

Foto rifiuti (7)-2

Pesanti sono le sanzioni: fino a tremila euro, cifra che viene raddoppiata per raggiungere i seimila, qualora lo sversamento riguardi rifiuti pericolosi (materiali infiammabili, corrosivi, di provenienza industriale, amianto).

Foto rifiuti (1)-2

Per quanto concerne le discariche incontrollate che si notano lungo gli assi viari, rappresentate da accumuli di rifiuti collocati all’interno delle piazzole di sosta, dei canali di scolo, sulle complanari e sulle scarpate oggetto di monitoraggio in agro del Comune di Francavilla Fontana, la stazione carabinieri competente per territorio ha già segnalato nell’anno 2018, sia al Sindaco sia alla direzione dell’A.N.A.S. di Brindisi la loro presenza. In particolare, lungo la circonvallazione Ss7 Appia direzione Brindisi Km. 682, in contrada “Cento Rizzi” lungo il canale di scolo confinante con la sede stradale, e nelle contrade “Rinalda”, “Capece”, e “Tredicina”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbandono dei rifiuti, 22 siti diventati discariche: multe e denunce

BrindisiReport è in caricamento