menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alcool e bivacchi notturni: un 13enne in ospedale, spiagge invase dai rifiuti

Centinaia di comitive di giovani hanno trascorso la notte in riva al mare. Gli eccessi non sono mancati

Come ogni notte di San Lorenzo che si rispetti, le spiagge del litorale brindisino sono state prese d’assalto da centinaia di comitive. Intorno ai falò, con il sottofondo musicale di una chitarra, migliaia di ragazzi hanno fatto scorrere l’alcool a fiumi. In questo clima di festa, a Torre Santa Sabina, marina di Carovigno, si sono vissuti momenti di apprensione per un 13enne che si è sentito male dopo aver bevuto qualche drink di troppo. Il minorenne è stato soccorso dal personale del 118 e condotto in ambulanza in ospedale. Fra tende e sacchi a pelo, del resto, l’emergenza Covid è come se non fosse mai esistita.

RIfiuti sulla spiaggia dopo la notte di San Lorenzo 6-2-2

I ragazzi hanno bivaccato fino alle prime luci del giorno. Non tutti, però, hanno avuto l’accortezza di lasciare le spiagge così come le avevano trovate. Basti dare uno sguardo alle foto (a corredo dell’articolo) scattate intorno alle ore 10 di oggi fra Punta Penne e l’ex lido Poste, sulla litoranea nord di Brindisi, dove i bagnanti si sono imbattuti in distese di rifiuti. Qualcuno ha avuto il buon senso di raccogliere bottiglie ed avanzi di cibo in dei sacchi di plastica lasciati accanto ai cestini, in attesa del passaggio degli operatori ecologici. I soliti incivili hanno utilizzato la sabbia a mo’ di pattumiera, riempendo l’arenile di spazzatura. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

E' Anna Lucia Matarrelli la nuova comandante della polizia locale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento