Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Rifiuti a fuoco nelle campagne e aria irrespirabile: cittadini esasperati

Dal 15 giugno al 15 settembre è dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi. Vietato accendere fuochi, sanzioni fino a 10mila euro

BRINDISI - Da diverse zone del Brindisino, da qualche giorno, giungono segnalazioni alla redazione di questo giornale su un forte odore di bruciato nelle ore notturne. Una puzza che non è  riconducibile a un incendio di sterpaglie ma di plastica e rifiuti. Le segnalazioni sono giunte dal quartiere Sant’Elia, da Cellino San Marco, San Pietro Vernotico e altre località. Di sera in alcune aree, specie quelle situate nel pressi delle campagne, l’aria diventa irrespirabile tanto che molti sono costretti a sigillarsi in casa. Una situazione che si ripete ogni anno e che purtroppo non vede soluzione. Di sera qualcuno appicca il fuoco ai terreni al cui interno sono state depositati rifiuti. Un modo per bonificare che però crea grossi danni alla Salute. Basta fare un giro nelle campagne per rendersi conto della situazione. Da qualche tempo stanno spuntando discariche bruciate. 

Di giorno e di notte i vigili del fuoco corrono in lungo e in largo per spegnere roghi. Tra sabato e ieri, domenica 6 giugno, sono stati circa 80 gli interventi eseguiti dagli uomini del 115 in servizio presso il comando provinciale di Brindisi, alcune squadre sono andate in supporto ai colleghi leccesi. E la stagione è ancora lunga. 

rifiuti e amianto incendiato-2

Alla storia della sigaretta gettata nell’erba secca ormai non ci crede più nessuno. Specie se gli incendi divampano in zone rurali poco frequentate e di notte. 

Vale la pena ricordare che dal 15 giugno al 15 settembre, con decreto del presidente della  “per tutte le aree buscate, cespugliate, erborate e a pascolo della Regione Puglia, è dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi”.  E’ tassativamente vietato accendere fuochi di ogni genere. Le trasgressioni ai divieti e prescrizioni saranno punite con una sanziona amministrativa consistenze nel pagamento di una somma parai ad un minimo di 1031 euro, 91 a un massimo di 10.329, 14 euro. 

Chi avvista un incendio deve contattare il numero 115 dei vigili del fuoco o il 1515 “emergenza boschivo”. La sala operativa unificata permanente della Regione Puglia provvederà a inviare la squadra anticendio disponibile più vicina. 

Vale anche la pena rimarcare che gli incendi provocano grossi danni ambientali, specie quando a bruciare sono materiali di scarto come plastica, amianto, copertoni di auto, batterie, mobili verniciati e altro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti a fuoco nelle campagne e aria irrespirabile: cittadini esasperati

BrindisiReport è in caricamento