rotate-mobile
Cronaca

"Rifiuti, no a impianti che usino Css attraverso la combustione"

Il sindaco Rossi e l'assessore Lopalco dopo l'incontro con Grandaliano, commissario dell'Ager

BRINDISI - Il sindaco Riccardo  Rossi ha approfondito con il commissario dell'Ager, Grandaliano la tematica inerente la manifestazione di interesse inoltrata a giugno dal Commissario Giuffrè per riconvertire l'impianto di via per Pandi, per la produzione di Css, il combustibile solido secondario e ha  evidenziato la posizione inderogabile dell’Amministrazione di non accogliere trasformazioni che comportino anche l’utilizzo finale del Css prodotto attraverso la combustione dello stesso, ma prevedendo in alternativa il conferimento in discarica dello stesso.

Con nota del Commissario Straordinario prot. n°62027 del 20 giugno 2018 trasmessa alla Regione Puglia – Dipartimento Mobilità, Qualità Urbana, Opere Pubbliche, Ecologia e Paesaggio – Sezione Ciclo Rifiuti e Bonifiche, venne formalizzata la candidatura del Comune di Brindisi.

Con la predetta nota l’Amministrazione comunale ebbe a manifestare l’interesse a riconvertire l’impianto comunale esistente sito in Via per Pandi (Zona Industriale di Brindisi), attualmente non funzionante e già adibito ad impianto per la biostabilizzazione e la produzione di CDR, in impianto finalizzato alla produzione di CSS EoW ed annesso impianto di utilizzazione, come previsto dalla citata deliberazione regionale.

Subentrata la nuova Amministrazione, il sindaco Rossi e l’Assessore all’Ambiente Lopalco hanno incontrato, nello scorso mese di luglio, il Commissario  Grandaliano per affrontare in generale le problematiche correlate al trattamento dei rifiuti ed in particolare quelle legate agli impianti di trattamento di proprietà del Comune di Brindisi. Resta il no all'ipotesi di conversione dell'impianto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rifiuti, no a impianti che usino Css attraverso la combustione"

BrindisiReport è in caricamento