Rinnovo patente col trucco: nei guai 11 automobilisti e istruttore di scuola guida

Ottenevano il rinnovo della patente di guida professionale, nonostante non avessero mai frequentato il corso obbligatorio. Undici automobilisti della provincia di Brindisi avrebbero beneficiato del sistema presumibilmente orchestrato dal 49enne C.G., di Alberobello (Bari), istruttore di un'autoscuola di Fasano. L'uomo è stato denunciato

Il materiale sequestrato

BRINDISI – Ottenevano il rinnovo della patente di guida professionale, nonostante non avessero mai frequentato il corso obbligatorio. Undici automobilisti della provincia di Brindisi avrebbero beneficiato del sistema presumibilmente orchestrato dal 49enne C.G., di Alberobello (Bari), istruttore di un’autoscuola di Fasano. L’uomo è stato denunciato dal pm del tribunale di Brindisi, Antonio Costantini, a seguito di un’articolata attività investigativa condotta dalla Squadra di polizia giudiziaria della polizia stradale di Brindisi al comando di Pasqualina Ciaccia.

L’indagine è partita dalla segnalazione da parte del personale della Motorizzazione civile di Brindisi, circa alcune anomalie nell’istruzione delle pratiche di rinnovo dei cosiddetti Cqc (Carta di qualificazione del conducente) provenienti tutte da una stessa autoscuola situata nel nord brindisino.
Nel corso delle indagini, andate avanti per un anno,  la Stradale ha eseguito una serie di perquisizioni mirate che hanno permesso di ricostruire il modus operandi di C.G.

Lo stesso, da quanto appurato dagli investigatori, riceveva un corrispettivo per il rinnovo del Cqc da parte dei richiedenti, producendo falsamente le attestazioni di frequenza dei corsi presso l’autoscuola e il visto del funzionario preposto, con i relativi timbri, rilasciato dalla Motorizzazione civile di Brindisi.

Anche i possessori di patenti di guida professionale sono stati oggetto di indagine da parte dell’autorità giudiziaria. Nel corso delle perquisizioni presso i luoghi in uso all’istruttore , le forze dell’ordine hanno rinvenuto e sequestrato anche numerosi computer, fissi e portatili, hard disk, sofisticate stampanti, scanner e supporti informatici utilizzati dallo stesso per produrre  la documentazione falsa; inoltre sono stati rinvenuti un  i-phone di dubbia provenienza, numerose polizze assicurative false, nonché tagliandi di revisione in bianco, falsificati in più di un’occasione per attestare la revisione di veicoli in realtà  mai avvenuta.

Le undici persone che hanno illecitamente conseguito il rinnovo della patente risultano quindi indagate insieme al presunto promotore del sistema. La Stradale, ad ogni modo, va avanti nell'attività di repressione del fenomeno. 

SI riporta di seguito una nota della Stradale sulle nuove disposizioni in materia di rinnovo della patente di guida. 

Ricordiamo che, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici con circolare  n. 7787 
del 3 aprile 2014 emessa dalla Direzione generale per la Motorizzazione in attuazione del DM 20 settembre 2013, stabilisce che i conducenti professionali per autotrasporto di persone o cose con patente delle categorie C1, C, C1E, CE, D1, D D1E, DE hanno l’obbligo di una qualificazione iniziale e di una formazione periodica per il conseguimento della c.d. carta di qualificazione del conducente (CQC) che va rinnovata ogni 5 anni, indipendentemente dalla scadenza della patente, mediante la frequenza di apposito corso di aggiornamento della durata complessiva di 35 ore ed è composto da 21 ore relative alla parte comune e 14 ore relative alla parte specifica.              Il corso è tenuto da autoscuole che svolgono corsi di teoria e di guida per il conseguimento di tutte le categorie di patenti di guida: tale condizione può essere soddisfatta anche attraverso l'adesione ad un consorzio;
• centri di istruzione automobilistica, costituiti da consorzi di autoscuole, che svolgono corsi di teoria e di guida per il conseguimento di tutte le categorie di patenti di guida;
• limitatamente alla tipologia di qualificazione CQC afferente allo specifico settore, enti che abbiano maturato, anche direttamente all'interno delle associazioni di categoria, almeno 3 anni di esperienza nel settore della formazione in materia di autotrasporto e funzionalmente collegati a:
1. associazioni di categoria dell'autotrasporto di cose membri del Comitato centrale per l'albo nazionale degli autotrasportatori;
2. associazioni di categoria dell'autotrasporto di persone firmatarie di contratto collettivo nazionale di lavoro di settore;
3. federazioni, confederazioni, nonché articolazioni territoriali delle associazioni di cui ai punti 1 e 2.                                                                                                                                    Il corso si conclude entro quattro settimane dalla data di avvio; ogni lezione non può avere durata superiore a 3 ore giornaliere. Le lezioni si svolgono in fascia oraria 8 - 23 dal lunedì al venerdì ed in fascia oraria 8 - 14 il sabato. 
Nelle more dell'emanazione del decreto che dovrà dettare la disciplina in materia di esami al termine del corso recupero punti, la disciplina transitoria prevede che sono consentite al massimo 6 ore di assenza. L'allievo assente per un numero di ore superiore a 6, ripete l'intero corso; l'allievo assente per un numero di ore uguale o inferiore a 6, ottiene l'attestato di frequenza solo dopo aver recuperato le ore non frequentate. 
All'allievo assente per un numero uguale o inferiore a cinque, il soggetto che ha erogato il corso rilascia l'attestato di frequenza. 
La presenza degli allievi alle lezioni è attestata dal registro di frequenza, conforme al modello previsto, sul quale sono inoltre annotati data, orario, argomento della lezione, il nominativo del docente, firma in entrata ed in uscita degli allievi.  Infine sia la Motorizzazione Civile sia la Polizia Stradale possono effettuare dei sopralluoghi in qualsiasi momento del corso per appurare la presenza degli allievi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Polpo da record: giornata di pesca fruttuosa a Lendinuso

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Sgombero da alloggio popolare: la famiglia resiste, sfratto prorogato

  • Covid-19: oltre 10mila i tamponi effettuati. I positivi continuano a crescere

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento