menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Rione Sant’Elia, qui il camion dei rifiuti passa e non si ferma”

La protesta dei residenti e dei commercianti che postano un video su Fb per segnalare il caso. Bidoni stracolmi e sfalci di potatura lasciati sulla strada in via D'Antona e via Locatelli: "Dal Comune nessuna risposta"

BRINDISI – “Da qualche sera succede una cosa strana qui in piazza Raffaello, rione Sant’Elia: il camion dei rifiuti passa regolarmente, ma non si ferma e i bidoni restano stracolmi. Abbiamo fatto anche un filmato e nella speranza di riuscire a far cambiare le cose, lo abbiamo postato su Facebook”.

La denuncia arriva da uno dei commercianti della zona, costretto a fare i conti con cassonetti che mal si conciliano con l’ospitalità che lui e i colleghi vorrebbero garantire ai clienti, soprattutto a quanti scelgono di restare in città e in zona per mangiare qualcosa la sera.
“Noi ce la mettiamo tutta, facciamo da soli ogni cosa, ma non possiamo farci anche carico della raccolta dei rifiuti”, dicono. “Cosa dobbiamo fare? A chi dobbiamo rivolgerci per chiedere che la nostra città venga pulita? Ogni quartiere merita rispetto e invece pare che il Comune abbia sempre problemi più importanti da affrontare, visto che in materia di igiene urbana non è cambiata niente”.

Il refrain è lo stesso dall’altra parte di  Brindisi, quartiere Casale, via Locatelli e anche nella zona di più recente costruzione come via Massimo d’Antona, una delle arterie della strada che conduce all’aeroporto del Grande Salento: “I bidono sono pieni da giorni”, lamentano i residenti. “Non solo quelli dei rifiuti indifferenziati, anche i cassonetti destinati alla raccolta del vetro”, proseguono. “Possibile mai che l’Amministrazione comunale di Brindisi non sia nelle condizioni di intervenire una volta e per tutte?”.

“In più di un’occasione abbiamo visto topi a passeggio in questa zona, sui marciapiedi riservati ai pedoni. Ci chiediamo quanto ancora dobbiamo sopportare? Non credo che il Comune si accontenti di una risposta del tipo, abbiate pazienza, quando chiede ai contribuenti di pagare imposte e tasse. Né tanto meno l’Amministrazione presta attenzione a chi si trova in difficoltà”.

“Non parliamo, poi, degli sfalci della potatura: sono rimasti lì e chi li raccoglie? Ora, va bene che la sindaca è nuova, ma il problema della raccolta dei rifiuti nuovo non lo è e si sapeva benissimo che Brindisi fosse in emergenza: per quale motivo nessuno fa niente?”.
E’ la stessa domanda che arriva dal Centro, così come da altri quartieri. La raccolta dei rifiuti resta un tasto dolente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    A fuoco chiosco del pane, paura al quartiere Paradiso

  • Green

    Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

  • Emergenza Covid-19

    Covid: inarrestabile discesa dei ricoveri, ma ancora troppi decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento