Riscaldamento nelle scuole: la Regione stanzia 13 milioni. "Problema risolto"

Accolto un emendamento di una consigliera regionale di Forza Italia che prevede un contributo straordinario per le Province

La Regione Puglia stanzia un contributo straordinario di 13 milioni di euro per il riscaldamento negli istituti scolastici. Lo prevede un emendamento alla variazione di bilancio presentato dalla consigliera regionale di Forza Italia, Francesca Franzoso, che oggi è stato approvato dal consiglio regionale. Si tratta di una importante boccata d’ossigeno per le Province pugliesi, che versano in una situazione di difficoltà economica tale da non riuscire a garantire il riscaldamento nelle scuole superiori. 

“Non posso che esprimere ampia soddisfazione e ringraziare i colleghi consiglieri – dichiara la Franzoso - per l’approvazione dell’emendamento che ha risolto il problema del riscaldamento da garantire negli istituti scolastici. L’emendamento presentato oggi, in sede di variazione di bilancio con la modifica dell’articolo 1 che stanzia un contributo straordinario di 13 milioni di euro alla Città Metropolitana di Bari e alle Province pugliesi, prevede che nell’intesa tra Regione ed enti interessati (da siglare entro il 15 dicembre 2017) si destini un finanziamento finalizzato a garantire il servizio di riscaldamento”. 

“Come rappresentanti istituzionali – conclude la Franzoso - abbiamo affrontato e risolto un tema concreto, quello delle aule fredde, che crea un reale disagio a studenti, docenti e tutto il personale."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento