rotate-mobile
Cronaca

Riscuote la pensione della madre morta da 11 anni: arrestato

LECCE – Campava grazie alla pensione della madre. Peccato, però, che la donna fosse morta undici anni fa. Lui, il figlio , Valentino Pedali, 62 anni, originario di San Donaci ma residente a Lecce, si era ben guardato dall’avvisare tempestivamente l’Inps. E per undici anni ha continuato ad intascare il denaro che, invece, in virtù della scomparsa della donna, non spettava più a nessuno, nemmeno al figlio.

LECCE - Campava grazie alla pensione della madre. Peccato, però, che la donna fosse morta undici anni fa. Lui, il figlio , Valentino Pedali, 62 anni, originario di San Donaci ma residente a Lecce, si era ben guardato dall'avvisare tempestivamente l'Inps. E per undici anni ha continuato ad intascare il denaro che, invece, in virtù della scomparsa della donna, non spettava più a nessuno, nemmeno al figlio.

A scoprire la truffa sono stati gli uomini della guardia di finanza di Lecce, che sono riusciti a cogliere l'uomo in flagrante, mentre ritirava le 1.120 euro della pensione. Pedali era già noto alle forze dell'ordine per furto, lesioni personali, addirittura tentato omicidio, detenzione di armi e ricettazione. L'ultima condanna risaliva al 2006, ma in realtà uno dei suoi piani meglio architettati partiva dal 1999, anno in cui morì la madre 85enne.

Una dipartita che - dal punto di vista dell'Inps - corrisponde all'interruzione del riconoscimento della pensione. Ma a continuare a riscuotere ha provveduto il figlio della donna, che non aveva avvertito l'Inps della scomparsa della madre, continuando così ad intascare (per una media di oltre 1.100 euro al mese) 148mila euro ai danni dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

L'ultima mensilità, però, è costata cara a Pedali: ieri mattina, quando si è recato presso uno degli sportelli delle Poste di Lecce, in piazza Libertini, è stato "pizzicato" dai finanzieri.

La scoperta dell'ingegnoso piano di Pedali è avvenuta grazie ad una serie di accertamenti effettuati dalle "Fiamme Gialle" nell'ultima settimana, proprio al fine di verificare i conti dei contribuenti salentini. Tra le persone finite nel mirino della Finanza, c'era appunto Pedali, per il quale è stato possibile appurare che conducesse un tenore di vita decisamente al di sopra delle proprie possibilità finanziarie. I finanzieri sono così intervenuti proprio quando allo sportello si è presentato il 62enne. Aveva una delega con sé, ha ritirato il denaro, ma è stato subito fermato dai finanzieri, che hanno sequestrato anche un certificato e altra documentazione. Inutile le giustificazioni fornite dall'uomo, che ai finanzieri che gli chiedevano della madre aveva risposto che si trovava a Ravenna, da sua sorella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riscuote la pensione della madre morta da 11 anni: arrestato

BrindisiReport è in caricamento