Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Risoluzione del contratto preliminare di acquisto multiproprietà, risarcita coppia

Il tribunale di Brindisi dichiara la risoluzione del contratto preliminare di acquisto della multiproprietà. Riconosciuti i diritti di una coppia di consumatori

BRINDISI - Il tribunale di Brindisi dichiara la risoluzione del contratto preliminare di acquisto della multiproprietà. Riconosciuti i diritti di una coppia di consumatori. Una coppia di brindisini, associati al coordinamento istituito tra la Confconsumatori – Federazione Provinciale di Brindisi e l’Associazione Nazionale Dalla Parte del Consumatore, nel 2007 stipulava con una società un contratto preliminare per l’acquisto dell’unità abitativa con il sistema della multiproprietà immobiliare, corrispondendo, al momento della sottoscrizione dell’accordo negoziale, la somma di 4.519 euro. Nel contratto preliminare la società si impegnava a provvedere alla convocazione dei consumatori, dinnanzi ad un notaio dalla stessa indicato, per la stipula del contratto definitivo. 

Ciò, però, non avveniva nonostante i ripetuti solleciti posti in essere della coppia di consumatori da ultimo, anche, con formale diffida volta a far comunicare dalla società la data della stipula del contratto definitivo ed il notaio rogante, preavvertendo che decorso infruttuosamente il termineEmilio Graziuso di giorni 15 dal ricevimento della stessa il contratto preliminare si sarebbe risolto di diritto con tutte le conseguenze di legge. I due consumatori brindisini si vedevano, quindi, costretti ad esperire un’azione giudiziaria per il riconoscimento dei propri diritti. E così dopo circa 5 anni di causa, con sentenza emessa dal Tribunale di Brindisi, G.O. dott.ssa Luigia Fiorenza, la coppia di consumatori ha, finalmente, ottenuto giustizia.Il contratto preliminare, infatti, è stato dichiarato risolto per inadempimento della società e quest’ultima è stata condannata a restituire ai promissari acquirenti la somma di  4.519,80 deuro agli stessi corrisposta al momento della stipula del contratto preliminare, oltre interessi dalla data di introduzione del giudizio.

“La sentenza ottenuta dai nostri associati - afferma l’avv. Emilio Graziuso, Responsabile del coordinamento istituito tra la Confconsumatori Federazione Provinciale di Brindisi e l’Associazione Nazionale Dalla Parte del Consumatore” – costituisce un nuovo ed importante traguardo per la tutela dei diritti dei consumatori in materia di multiproprietà.

Sono ormai anni che il coordinamento Confconsumatori – Dalla Parte del Consumatore si occupa della questione e numerose sono state le pronunzie favorevoli ai diritti dei cittadini. La sentenza con la quale è stata sancita dal Tribunale di Brindisi la risoluzione del contratto per inadempimento, infatti, si va a sommare a quelle con le quali i nostri associati hanno in passato ottenuto, in alcuni casi, la nullità e, in altri, l’annullamento  dei contratti di multiproprietà nonché, in talune fattispecie, anche dei contratti di finanziamento collegati all’acquisto della multiproprietà”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risoluzione del contratto preliminare di acquisto multiproprietà, risarcita coppia

BrindisiReport è in caricamento