Tre denunce per rissa al mercato, una per aggressione a un parente

Interventi dei carabinieri all'ortofrutticolo di Fasano e dopo una denuncia a San Donaci

Dalle parole ai fatti: botte al mercato ortofrutticolo e insulti ai paramedici del 118, e botte in famiglia al culmine di litigi, due casi che hanno richiesto l’intervento dei carabinieri a Fasano e San Donaci, con un bilancio complessivo di quattro persone.

A Fasano, i carabinieri della sezione radiomobile della compagnia cittadina hanno deferito stato libertà, per rissa e oltraggio a pubblico ufficiale, una 31enne, un 32enne e un 39enne, tutti del luogo. I tre sono ritenuti responsabili di aver litigato per futili motivi al mercato ortofrutticolo, anche con spintoni e pugni, nonché di aver oltraggiato il personale del 118 giunto successivamente sul posto a soccorrerli su richiesta di un passante. I fatti si sono svolti alle prime luci dell’alba.

A San Donaci, invece, i militari della stazione locale dell’Arma hanno denunciato un 20enne del luogo, per aver provocato lesioni personali a un suo parente, il quale ha presentato denuncia-querela ai carabinieri. Dietro l’episodio ci sono dissidi familiari: il giovane ha colpito il malcapitato al volto, provocandogli la tumefazione dell’orbita sinistra con ferita lacero contusa dello zigomo, lesioni giudicate guaribili in dieci giorni dai medici dell’ospedale Perrino di Brindisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Lite con l'inquilino: proprietario fa un buco, entra e mura la porta

  • Coronavirus: "Pugliesi di rientro dal Nord contattino le autorità sanitarie"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento