rotate-mobile
Cronaca

Rogo al mobilificio: indagini sulle cause

BRINDISI – E’ stato circoscritto e domato dai vigili del fuoco il violento incendio sviluppatosi attorno alle 21 presso il negozio “Il sogno arredamenti “, in via Sant’Angelo, a Brindisi. Il rogo ha investito un capannone commerciale, adibito a rivendita di mobili ed elettrodomestici. Giallo sulle cause che hanno investito l’esercizio commerciale. Sul posto sono accorse tre squadre dei vigili del fuoco del Comando provinciale, impegnate per circa 3 ore, quando la situazione è tornata sotto controllo.

BRINDISI ? E? stato circoscritto e domato dai vigili del fuoco il  violento incendio sviluppatosi attorno alle 21 presso il negozio ?Il sogno arredamenti ?, in via Sant?Angelo, a Brindisi. Il rogo ha investito un capannone commerciale, adibito a rivendita di mobili ed elettrodomestici.  Giallo sulle cause che hanno investito l?esercizio commerciale. Sul posto sono accorse tre squadre dei vigili del fuoco del Comando provinciale, impegnate per circa 3 ore, quando la situazione è tornata sotto controllo.

Le fiamme hanno minacciato a lungo anche il piano superiore dell?edificio e si è reso necessario, da parte dei vigili urbani e degli agenti della polizia giunti sul posto, evacuare un appartamento.  Sul posto sono intervenuti anche i funzionari dell?Ufficio tecnico comunale.

Mistero sull?origine del rogo. Indagini sono state avviate da parte degli agenti della Questura, per fare chiarezza sulla dinamica e verificare le cause che hanno provocato l'incendio. Non è la prima volta che in via Sant?Angelo un incendio tiene in apprensione il quartiere.

Minuti altrettanto drammatici furono vissuti anche l?inverno scorso e a poca distanza dal rogo di questa sera, all?incrocio che collega l?omonimo quartiere con Sant?Elia, per un incendio che sempre all?ora di cena coinvolse il magazzino ?Alvi?.

Le fiamme, anche a causa del forte vento, si propagarano fino ai piani alti, raggiungendo gli interni degli appartamenti dell?intero stabile, provocando così gravi danni. Immediatamente scattò il piano di evacuazione, e un centinaio di persone furono costrette ad abbandonare in tutta fretta le loro case.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo al mobilificio: indagini sulle cause

BrindisiReport è in caricamento