Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Viale Porta Pia

Rogo all'ufficio postale: gli incendiari incastrati da un paio di giubbotti

I poliziotti li hanno sorpresi con gli stessi vestiti che  indossavano la notte fra martedì 20 e mercoledì 21 ottobre, quando diedero fuoco ad alcuni documenti dell’ufficio postale di viale Porta Pia, al rione Santa Chiara. Gli agenti della sezione volanti al comando del vicequestore Alberto D’Alessandro ci hanno messo poco più di 48 ore per individuare i presunti autori del raid

BRINDISI – I poliziotti li hanno sorpresi con gli stessi vestiti che  indossavano la notte fra martedì 20 e mercoledì 21 ottobre, quando diedero fuoco ad alcuni documenti dell’ufficio postale di viale Porta Pia, al rione Santa Chiara. Gli agenti della sezione volanti al comando del vicequestore Alberto D’Alessandro ci hanno messo poco più di 48 ore per individuare i presunti autori del raid.

Si tratta dei brindisini V.G., di 33 anni, e S.P., anche lui di 33 anni. Entrambi sono stati denunciati a piede libero per danneggiamento aggravato e tentato furto.

Già, perché i due irruppero all’interno dell’edificio, dopo aver divelto le porte di ingresso, con l’intenzione di rubare il denaro dalle casse. Ma indispettiti per non aver trovato neanche un centesimo, sfogarono la loro rabbia dando fuoco ad alcuni documenti. Poi si dileguarono per le vie limitrofe.

Scattato l’allarme, un equipaggio di poliziotti si recò subito sul posto, domando le fiamme con un estintore e scongiurando quindi il rischio che l’incendio potesse investire le abitazioni situate sopra l’ufficio postale. Le indagini partirono dalla visione delle immagini riprese dalle telecamere di cui è dotato l’immobile. E il contributo degli occhi elettronici si è rivelato preziosissimo.

Le forze dell’ordine hanno subito individuato una cerchia di sospetti. Grazie ad una serie di ulteriori accertamenti basati su classiche metodologie investigative “di strada”, si è giunti sulle tracce di V.G., residente al rione Sant’Elia. I poliziotti si sono presentati nel pomeriggio odierno presso la sua abitazione, con un giubbotto rosso uguale a quello indossato da uno dei due incendiari. Nel giro di pochi minuti, poi, gli agenti sono risaliti anche al suo complice, il 33enne P.S., pure lui fermato con gli stessi indumenti di due giorni fa.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo all'ufficio postale: gli incendiari incastrati da un paio di giubbotti

BrindisiReport è in caricamento