rotate-mobile
Cronaca

Rogo nel mobilificio: forse accidentale

BRINDISI – Non v’è certezza sulle cause che nella serata di ieri hanno generato il violento incendio all’interno del negozio “Il sogno arredamenti “, in via Sant’Angelo, a Brindisi. Elementi e reperti raccolti sul posto da parte della polizia scientifica della Questura di Brindisi, lascerebbero però supporre che si sia trattato, con ogni probabilità, di un rogo accidentale. Forse un mozzicone di sigaretta finito su un cumulo di carte, forse un cortocircuito.

BRINDISI - Non v'è certezza sulle cause che nella serata di ieri hanno generato il violento incendio all'interno del negozio "Il sogno arredamenti ", in via Sant'Angelo, a Brindisi. Elementi e reperti raccolti sul posto da parte della polizia scientifica della Questura di Brindisi, lascerebbero però supporre che si sia trattato, con ogni probabilità, di un rogo accidentale. Forse un mozzicone di sigaretta finito su un cumulo di carte, forse un cortocircuito.

Fatto sta che gli inquirenti escludono, quasi con certezza, che si sia trattato di un incendio doloso. Le indagini, coordinate dal capo della squadra mobile di Brindisi, Francesco Barnaba, proseguono comunque per fare piena luce sull'episodio.

L'incendio, che ieri ha visto per alcune ore impegnate sul posto le squadre dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Brindisi, si sarebbe sviluppato in una stanza, adibita ad uffici, situata a ridosso della sala c commerciale del negozio. In pochi minuti le fiamme avrebbero investito l'intero capannone commerciale, adibito a rivendita di mobili. L'allarme attorno alle 21, pochissimi minuti dopo che il titolare dell'esercizio commerciale aveva chiuso il negozio.

Circostanza che rende poco plausibile, per tempistica, l'ipotesi di una incursione malavitosi. Troppo breve l'arco di tempo per consentire, anche al piromane più incallito, di consumare un attentato incendiario. Le finestre dell'ufficio, poi, sarebbero risultate chiuse. Assai più probabile, sostengono di conseguenza gli investigatori, la pista accidentale. Ad avvalorare tale ipotesi, anche i rilievi dei vigili del fuoco, che non avrebbero rinvenuto nel corso dei sopralluoghi effettuati all'interno dei locali alcuna traccia che possa in qualche modo condurre alla matrice dolosa.

Serie, in ogni caso, gli effetti dell'incendio. Le fiamme hanno minacciato a lungo anche il piano superiore dell'edificio, evacuato nella stessa serata di ieri da parte dei vigili urbani e degli agenti della polizia giunti sul posto insieme ai funzionari dell'Ufficio tecnico comunale. L'area per tutta la giornata odierna è rimasta transennata, per consentire a tecnici ed inquirenti di eseguire gli opportuni accertamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo nel mobilificio: forse accidentale

BrindisiReport è in caricamento