Rom in giro per appartamenti

BRINDISI – Suonavano indiscriminatamente ai citofoni di alcuni condomini e quando un'auto della polizia è comparsa davanti a loro, hanno cercato di dileguarsi nascondendosi all'interno di un cortile.

Una volante a Brindisi

BRINDISI – Suonavano indiscriminatamente ai citofoni di alcuni condomini e quando un'auto della polizia è comparsa davanti a loro, hanno cercato di dileguarsi nascondendosi all'interno di un cortile. Un comportamento che non è per niente passato inosservato agli agenti della sezione Volanti di Brindisi che ieri pomeriggio stavano perlustrando alcuni quartieri della città nell'ambito di un servizio finalizzato proprio al contrasto dei reati predatori. Le fuggitive erano due donne di nazionalità rom che sono quindi state subito bloccate e controllate.

L'episodio si è verificato in viale Francia al quartiere Bozzano. I sospetti che quelle zingare stavano per compiere gli ennesimi furti negli appartamenti brindisini si sono rivelati subito fondati. Le due donne,  Dragica Jovanovic di 33 anni, e Beta Jovanovic di 38, infatti, possedevano arnesi da scasso.

Entrambe sono state trasferite in Questura dove è emerso che la 33enne era gravata da un provvedimento di detenzione domiciliare e la 38enne da un ordine di carcerazione emessi dal Tribunale di Padova per espiare una pena di 11mesi.

Tutte e due, quindi, sono finite in manette: Beta Jovanovic  è stata trasferita nel carcere di Lecce mentre  Dragica Jovanovic  agli arresti domiciliari a Castel Volturno (Ce). Entrambe, inoltre, sono state denunciate per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento