menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pensionato di 70 anni ruba carta di credito dell'amico defunto e preleva mille euro

Denunciato un anziano residente a Francavilla, incastrato dalle immagini del sistema di videosorveglianza della postazione bancomat: i due erano anche colleghi di lavoro

FRANCAVILLA FONTANA - Sono stati per anni colleghi di lavoro, poi sono diventati amici e quando uno dei due, dopo essere andato in pensione, si è ammalto, l'altro gli faceva compagnia. Ma subito dopo il decesso, avrebbe rubato la carta di credito dell'amico prelevando mille euro, in due tranche: un pensionato di 70 anni è stato denunciato, dopo essere stato incastrato dalle telecamere del sistema di videosorveglianza della banca.

La storia

Una delle telecamereLa storia arriva da Francavilla Fontana a distanza di qualche giorno dalla scomparsa del titolare della carta di credito. I figli una volta arrivati in banca hanno scoperto due prelievi avvenuti in date successive alla morte del padre. Hanno presentato denunciati ai carabinieri della stazione della Città degli Imperiali, mai immaginando che potesse essere coinvolto il 70enne amico di famiglia.

Le telecamere della banca

La verità scoperta dai militari è esattamente questa. Nessun dubbio, stando a quanto evidenziato nella notizia di reato dagli uomini dell'Arma perché la prova è costituita dalle immagini registrate dalle telecamere del sistema di videosorveglianza interne ed esterne all'istituto di credito.

Il pensionato, quindi, è stato denunciato: è accusato di furto aggravato della carta di credito. Stando alla ricostruzione dei carabinieri, il 70enne avrebbe preso il portafogli dell'amico prima che le condizioni di salute si quest'ultimo si aggravassero. Avrebbe approfittato di un momento in cui sarebbe rimasto da solo in stanza con l'amico che, per diversi anni, è stato anche collega di lavoro. Nel portafogli ha trovato la carta di credito e un bigliettino con il relativo numero. 

I due prelievi

A distanza di qualche giorno dal decesso, il primo prelievo. Cinquecento euro. Dopo qualche altro giorno, il secondo. Sempre per la stessa somma, il massimo possibile in una giornata. Dal conto corrente sono stati sottratti, quindi, mille euro. Somma che in un pirmo momento sembrava misteriosamente sparita. La realtà era altra. Tutt'altra. Incredibile, ma vera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Allarme lupi: stragi di asini e capre nelle campagne

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

  • Emergenza Covid-19

    Covid: prime vaccinazioni con Johnson & Johnson nel Brindisino

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento