menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ruba cinque confezioni di profumi "per necessità", brindisino arrestato a Lecce

Da Brindisi a Lecce per rubare profumi e quando la polizia lo ferma spiega che lo aveva fatto per necessità. A finire nei guai un 24enne A.E. di Brindisi che avrebbe raggiunto il capoluogo salentino insieme a un complice al momento rimasto ignoto

BRINDISI – Da Brindisi a Lecce per rubare profumi e quando la polizia lo ferma spiega che lo aveva fatto per necessità. A finire nei guai un 24enne Andrea Errico di Brindisi che avrebbe raggiunto il capoluogo salentino insieme a un complice al momento rimasto ignoto. Il furto, del valore di oltre 300 euro, è stato compiuto nei magazzini Coin.

I Fatti. Nel pomeriggio di ieri, venerdì 20 novembre, è stato segnalato in via Battisti la presenza di un uomo che stava inseguendo un giovane in fuga fra le auto in transito. Si trattava di un dipendente di una ditta che effettua servizi di portierato che, mentre stava lavorando, aveva notato due giovani correre velocemente all’esterno del negozio inseguiti da altro personale della Coin.

A quel punto, intuendo che i due datisi alla fuga avevano probabilmente compiuto un furto, si era messo immediatamente all’inseguimento dei due che, però, hanno preso strade diverse. Uno è riuscito a dileguarsi, l’altro è stato preso dalla polizia grazie alla segnalazione giunta sul 113. Si tratta del 24enne con precedenti specifici, nonché sottoposto ad avviso orale emesso da pochi mesi dal questore di Torino.

Ha giustificato il furto di cinque confezioni di profumi di marca Trussardi, Gucci, Boss e Paco Rabanne, per un valore complessivo di 332,30 euro per stato di necessità. I profumi erano avvolti all’interno di un involucro artigianale, costituito da carta stagnola in diversi strati e nastro adesivo, che avrebbe consentito di eludere il sistema antitaccheggio. Nello zaino abbandonato a terra alla vista della polizia, vi era una placca antitaccheggio, probabilmente proveniente dallo stesso negozio, utilizzata dal malfattore come sentinella in ingresso per verificare il perfetto funzionamento del sistema.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento