rotate-mobile
Cronaca Fasano

Ruba motocarro Ape a ditta di Igiene Urbana: incastrato dalle telecamere

Illecita detenzione di arma comune da sparo e furto aggravato di un motocarro “Ape”. Sono queste le accuse da cui dovrà difendersi il 48enne di Fasano, Carmelo Rosato

FASANO – Illecita detenzione di arma comune da sparo e furto aggravato di un motocarro “Ape”. Sono queste le accuse da cui dovrà difendersi il 48enne di Fasano, Carmelo Rosato, arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della locale stazione al termine di una perquisizione effettuata in un uliveto di sua proprietà.

Il motocarro Ape di colore bianco trovato nascosto dietro al tronco di un grosso ulivo appartiene all’azienda “Tradeco” di Altamura (Ba), che si occupa della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti urbani nel Comune di Fasano, è stato rubato da via Bianchi il 27 agosto scorso. Nonostante dalle portiere del mezzo era stato rimosso il logo della ditta e le barre laterali d’acciaio non vi sarebbero dubbi sulla responsabilità di Rosato: l’azione del furto è stata ripresa da alcune telecamere installate nell’area dove era parcheggiato il motocarro. I carabinieri si sono messi subito a lavoro risalendo nell’arco delle 48 ore (necessarie per attestare la flagranza del reato) all’autore dell’azione criminosa.

FOTO ARRESTO FASANO 3-2-2-2

Dopo l’uliveto la perquisizione è proseguita nel domicilio del 48enne, dove i militari hanno rinvenuto in un deposito sito nelle adiacenze dell’abitazione e di pertinenza della stessa, all’interno di un armadietto in legno, nascosto dietro alcune canne da pesca, un fucile da caccia. Si tratta di una doppietta calibro 20 illegalmente detenuta, nonché 51 cartucce dello stesso calibro. Gli accertamenti hanno evidenziato che l’arma, ancorché provvista di numero di matricola, non risulta censita nel registro nazionale delle armi comuni da sparo. Al riguardo, sono in corso specifici accertamenti finalizzati ad individuarne la provenienza e l’eventuale utilizzo in fatti delittuosi.

Chiesta contezza in relazione all’illecita detenzione del fucile, Rosato non ha saputo fornire plausibili giustificazioni. Dopo le formalità di rito su disposizione del pm di turno è stato posto ai domiciliari.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba motocarro Ape a ditta di Igiene Urbana: incastrato dalle telecamere

BrindisiReport è in caricamento