menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pattuglia dei carabinieri a Oria

Pattuglia dei carabinieri a Oria

Ruba un'auto, l'elicottero lo scopre

Un arresto per furto e numerose denunce per reati di vario genere. Un uomo è stato sorpreso con un coltellaccio da cucina con lama di 20 cm, nascosto nel giubbotto.

Un arresto per furto e numerose denunce per reati di vario genere. Un uomo è stato sorpreso con un coltellaccio da cucina con lama di 20 cm, nascosto nel giubbotto. E' queso il bilancio di un servizio di controllo del territorio operato tra ieri e oggi a Oria dai carabinieri della compagnia di Francavilla Fontana ed eseguito unitamente all'unità del Nucleo cinofili di Modugno (Ba) e al personale del 11° Battaglione "Puglia" di Bari, supportati dal velivolo del 6° Nucleo elicotteri di Bari Palese.

L'intervento rientra in un'operazione finalizzata alla repressione di reati contro il patrimonio e in materia di armi, stupefacenti e altro, concentrato prevalentemente su Oria. Le manette sono scattate per il 34enne di Torre Santa Susanna Demetrio Musio, è accusato di furto aggravato di autovettura.

L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, si sarebbe reso responsabile del furto di una Fiat Panda nuovo modello appartenente a un cittadino di San Pancrazio Salentino. Per sua sfortuna proprio oggi era stato previsto un controllo radicale del territorio con l'ausilio di mezzi aerei.

Non appena è stata inoltrata la segnalazione del furto, quindi, l'elicottero ha individuato la Fiat Panda, dapprima parcheggiata per le vie di Erchie e poi nascosta tra gli uliveti sulla strada per il santuario di San Cosimo.

I carabinieri, coordinati dal tenente Roberto Rampino, si sono precipitati nel nascondiglio sorprendendo anche il responsabile. Musio alla vista dei militari ha tentato la fuga opponendo anche resistenza ma è stato catturato poco dopo e arrestato. Nel pomeriggio di oggi si è svolta la convalida. Naturalmente l'auto è stata restituita al proprietario. Presentava segni di scasso alla portiera e al nottolino di accensione.

Durante il servizio di controllo del territorio, poi, sono state eseguite altre perquisizioni che hanno portato a sei denunce. Un 20enne di Oria, M.M., incensurato perchè è stato trovato in possesso di una piccola serra con illuminazione alogena, una pianta di cannabis indica e 20 semi della stessa pianta. Un 35enne G.S., già noto, perchè, durante una perquisizione personale, è stato trovato con un coltello da cucina con lama di 20 cm, nascosto nel giubbotto.

Un 36enne, M.C., sorvegliato speciale perchè è stato sorpreso in compagnia di persone controindicate, in violazione alle prescrizioni imposte con la misura in espiazione. Un 20enne D.D. perchè sorpreso alla guida di un ciclomotore sprovvisto del prescritto documento di guida, mai conseguito. Un 48enne di Francavilla Fontana, A.I. , perchè sorpreso alla guida di un'autovettura sprovvisto della relativa patente di guida, anche lui mai conseguita.

E una 64enne oritana, P.S. per aver abusivamente realizzato l'ampliamento di un manufatto edilizio senza il prescritto permesso di costruire. In questo caso i militari avevano eseguito una perquisizione per altre questioni. In totale sono state eseguite 22 perquisizioni personali e domiciliari, 49 controlli a soggetti sottoposti alle misure di sicurezza/prevenzione, sono state identificate 58 persone e controllati 30 veicoli. Inoltre, sono state elevate 15 contravvenzioni al codice della strada.

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Brindisi, invece, hanno denunciato un sorvegliato speciale brindisino D.P. 24 anni per inosservanza degli obblighi. Durante un controllo è stato sorpreso privo della carta precettiva, in violazione alle prescrizioni imposte con la misura in espiazione.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento