Cronaca Erchie

Rubava borse nei cimiteri e poi prelevava denaro con le carte di credito: scoperto e arrestato

Un 46enne di Avetrana è ritenuto il responsabile di 4 furti aggravati e 4 indebiti utilizzi di carte di credito oggetto dei predetti furti

ERCHIE - Trovato e posto ai domiciliari il responsabile di una serie di furti di borse verificatisi nei mesi scorsi nei cimiteri di San Pancrazio Salentino, Erchie, Torre Santa Susanna e San Donaci ai danni di donne impegnate a fare visita ai defunti. Si tratta di un 46enne di Avetrana, comune del Tarantino che confina con Erchie e San Pancrazio Salentino. Nella mattinata di lunedì 21 febbraio è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del tribunale di Brindisi ed eseguita dai carabinieri della stazione di Erchie, che hanno eseguito le indagini, unitamente ai colleghi della compagnia di Francavilla Fontana diretta dal capitano Gianluca Cipolletta. 

L’uomo è ritenuto il presunto responsabile di 4 furti aggravati e 4 indebiti utilizzi di carte di credito oggetto dei predetti furti.  In alcune circostanze ha rubato la borsa dall'auto delle vittime dopo aver rotto un finestrino, in altre, invece, ha agito quando le donne si recavano alla fontana per prendere l'acqua per i fiori. Le vittime dei furti hanno un’età compresa tra 60 e 77 anni. In tutti i casi, purtroppo, il prelievo dai conti è stato possibile perchè nella borsa il ladro, oltre a trovare le carte bancomat ha trovato anche i pin. Abitudine sbagliata. 

L’attività d’indagine è nata da una denuncia di furto presentata a novembre del 2021 che riguardava un indebito utilizzo di bancomat con un prelievo di euro 500 euro presso l’ufficio postale di Avetrana. In quella circostanza, il 46enne, approfittando di un attimo di distrazione di una donna che si trovava all’interno del cimitero di Erchie, aveva sottratto il portafogli dalla sua borsa, con all’interno la tessera bancomat. "Si è compreso fin da subito che l’episodio non era isolato, difatti diversi erano i furti nei cimiteri della zona ai danni di donne intente ad onorare i defunti”, si legge in una nota dei carabinieri.  

“Attraverso un’attenta ricostruzione di tutti gli episodi avvenuti all’interno dei cimiteri di San Pancrazio Salentino, Erchie, Torre Santa Susanna e San Donaci, mettendo in sistema gli elementi raccolti con le immagini degli impianti di videosorveglianza delle zone interessate, sono stati raccolti elementi di responsabilità a carico dello stesso individuo, in ordine a tre analoghi furti, seguiti da altrettanti prelevamenti bancomat fraudolenti”.

 Il 16 gennaio i carabinieri hanno messo fine a questi episodi, l’uomo è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri di Erchie per furto su auto in sosta nel parcheggio del locale cimitero, e successivamente sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma presso la stazione Carabinieri di Avetrana (Ta). In quell’occasione l’intera refurtiva fu recuperata e riconsegnata alla vittima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubava borse nei cimiteri e poi prelevava denaro con le carte di credito: scoperto e arrestato
BrindisiReport è in caricamento