Cronaca Oria

Rubava in casa delle pensionate, ma le vittime lo identificano: ladro in manette

Per due volte ha preso di mira le case di persone anziane, che vivevano da sole. In entrambi i casi, i carabinieri lo hanno identificato e arrestato. Il 55enne Giovanni Giudice, di Oria, si trovava già in carcere quando i carabinieri della locale stazione gli hanno notificato la seconda ordinanza di custodia cautelare per furto. Il primo risale all'agosto del 2014.

ORIA – Per due volte ha preso di mira le case di persone anziane, che vivevano da sole. In entrambi i casi, i carabinieri lo hanno identificato e arrestato. Il 55enne Giovanni Giudice, di Oria, si trovava già in carcere quando i carabinieri della locale stazione gli hanno notificato la seconda ordinanza di custodia cautelare per furto. Il primo risale all’agosto del 2014.

Proprio a ridosso di Ferragosto, intorno all’una di notte, Giudice forzo la finestra di un appartamento al pian terreno in cui risiedeva una pensionata. La malcapitata era sveglia. Resosi conto di essere stato scoperto, il 55enne si dileguò, rubando solo un porta-fotografie d’argento.

La vittima riuscì a scorgere il volto del malfattore. E qualche mese dopo, quando i militari al comando del maresciallo Roberto Borrello le mostrarono una foto di Giudice, l’oritana lo identificò immediatamente. Il 55enne, del resto, era già noto alle forze dell’ordine.

Lo scorso novembre, una volta chiuso il cerchio investigativo, gli è stato notificato il primo provvedimento restrittivo, firmato dal gip Savina Toscani. Un mese prima di finire in carcere, però, da quanto appurato dagli investigatori, Giudice aveva colpito di nuovo, sempre per le vie del centro storico di Oria.

Era il 22 ottobre quando una 72enne, mentre rincasava, vide un uomo che si allontanava di corsa dalla sua abitazione al pian terreno, senza portare via nulla, dopo aver messo a soqquadro una stanza.

Anche in quel caso, Giudice agì a volto scoperto. Il modus operandi era praticamente lo stesso del furto di agosto. Decisivo, per la seconda volta, si è rivelato il riconoscimento da parte della vittima. Nella giornata odierna, i carabinieri hanno varcato la soglia della casa circondariale di Brindisi in via Appia, per eseguire la nuova ordinanza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubava in casa delle pensionate, ma le vittime lo identificano: ladro in manette

BrindisiReport è in caricamento