menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

S.Pietro, dipendenti comunali in stato di agitazione diffidano Amministrazione

Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma delle sigle sindacali Fp Cgil- Cisl Fp e Uil Fpl riguardo allo stato di agitazione proclamato dai dipendenti comunali di San Pietro Vernotico riguardante la mancata corresponsione del premio produttività 2015

SAN PIETRO VERNOTICO – Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma delle sigle sindacali Fp Cgil- Cisl Fp e Uil Fpl riguardo allo stato di agitazione proclamato dai dipendenti comunali di San Pietro Vernotico dopo che l’ennesimo incontro tenutosi il 9 marzo scorso, riguardante la mancata corresponsione del premio produttività 2015 ed altre indennità, oltre ai “ritardi nell’approvazione del contratto integrativo anno 2016 e alla mancata riorganizzazione del personale  e dei servizi”, si è concluso con un nulla di fatto. Situazione che va avanti da novembre dello scorso anno e che successivamente ha portato i dipendenti comunali a far emettere decreti ingiuntivi nei confronti del Comune che ha risposto costituendosi in giudizio contro questi provvedimenti.

L’ assemblea del personale dipendente  del comune di San Pietro Vernotico  è stata convocata per il 9 marzo u.s. dalla Fp Cgil-Cisl Fp e Uil Fpl  al fine di adottare ogni azione conseguente alla  mancata erogazione della produttività e altre indennità dell’anno 2015, ai ritardi nell’approvazione del contratto integrativo anno 2016, alla mancata riorganizzazione del personale  e dei servizi. 

Preso atto: della decisione dell’amministrazione comunale di costituirsi in giudizio avverso i decreti ingiuntivi (ben 32) emessi in favore dei ricorrenti dal giudice del lavoro del tribunale di brindisi per la mancata corresponsione delle somme dovute per la produttività anno 2015, nonostante rassicurazioni del tutto opposte rese sino a quel momento dall’amministrazione comunale; della palese volontà dell’amministrazione di non voler considerare le gravi questioni del personale come prioritarie e della totale mancanza di attenzione per la soluzione delle problematiche esistenti. Della mancata definizione del contratto decentrato integrativo relativo all’anno 2016; che anche per il 2016 verrà perduta irrimediabilmente parte del salario accessorio a causa della incapacità dell’amministrazione di garantire le attività minime ed essenziali per l’erogazione ai dipendenti di quanto loro spettante; della mancata soluzione alle problematiche da tempo sollevate riguardanti tutto l’assetto organizzativo, da quasi due anni in attesa di una riorganizzazione seria ed efficiente a partire dal rafforzamento dell’organico del comune, il cui fabbisogno è molto al di sotto dei limiti di legge per poter garantire a tutta la cittadinanza servizi più efficienti. Che ad oggi non risulta adottato alcun atto che consenta quantomeno di percepire l’erogazione del minimo salario accessorio per il corrente anno, inspiegabilmente e ingiustamente bloccato a partire dal  2015.

Dopo ampia discussione l’assemblea dei lavoratori all’unanimità ha dato mandato alle oo.ss. di diffidare l’amministrazione comunale nel termine di sette giorni: alla definizione del fondo 2016 e conseguente sottoscrizione del contratto decentrato; alla erogazione delle somme sino ad oggi dovute per il salario accessorio 2017; all’avvio delle trattative per la definizione del fondo 2017; alla definizione del riassetto organizzativo dell’ente.

Proclamare sin d’ora lo stato di agitazione del personale  in caso di inerzia dell’amministrazione nel termine sopra indicato, mediante l’espetamento di tutte le attività sindacali consentite e indizione di nuova assemblea, che si terrà martedì 21 marzo 2017 dalle 16 alle 18, con avvertenza che, perdurando lo stato di inerzia e la mancata soluzione di tutte le problematiche riportate, i dipendenti nell’espletamento dei compiti loro assegnati si atterranno scrupolosamente all’osservanza delle declaratorie dei profili professionali previste  dal contratto collettivo  di lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento