Cronaca San Pietro Vernotico

"S.Pietro, una barca alla deriva senza timoniere ma anche senza una ciurma"

Riceviamo e pubblichiamo un intervento dell'ex assessore al Bilancio del Comune di San Pietro Vernotico, Giuliana Giannone, sullo stato in cui versa il settore Servizi sociali di San Pietro Vernotico e altri uffici comunali

SAN PIETRO VERNOTICO – Riceviamo e pubblichiamo un intervento dell’ex assessore al Bilancio del Comune di San Pietro Vernotico, Giuliana Giannone, sullo stato in cui versa il settore Servizi sociali di San Pietro Vernotico e altri uffici comunali dove l’assenza, giustificata, di alcuni dipendenti, rischia di paralizzare l’apparato amministrativo, a danno della cittadinanza.

Fa piacere riscontrare che, pur sedendo nei banchi della opposizione, di fatto riusciamo a costringere l’Amministrazione a dare qualche risposta ai cittadini, soprattutto quando si tratta di famiglie cui vengono negati sacrosanti diritti riconosciuti dalla Legge. Dopo i giorni di lotta delle famiglie, dopo l’inspiegabile rigetto dell’emendamento che, se accolto, avrebbe consentito loro di ricevere il sussidio baliatico sin da subito anche per i mesi pregressi, il Giudice del Tribunale di Brindisi ha stabilito che avevamo ragione noi: il baliatico è un diritto che non può essere negato. Tutte le scuse di facciata dell’assessore si sono infrante davanti al diritto di chi per ben sei mesi si è visto rifiutare una forma di aiuto dovuta e non “regalata” dalla politica.

E’ questa la sostanziale differenza tra la precedente amministrazione con il sindaco Rizzo (che ha riconosciuto i diritti senza giuliana giannone-2mai “sbattere” in faccia ai bisognosi l’aiuto dato), e l’attuale amministrazione (che ha preferito elemosinare 70 euro come contributo e negare il diritto, invece di riconoscere quanto dovuto). Che brutta pagina si è scritta: ora occorrerà aspettare una variazione di bilancio che poteva essere invece effettuata già in sede di approvazione del bilancio, ma che è stata rigettata per incapacità e volontà di chi ci amministra o magari come ritorsione verso chi criticava il sindaco.

Il fatto drammatico è poi che a partire da lunedì 27 giugno l’assistente sociale deve assentarsi per motivi personali, l’altra dipendente è da tempo assente per legittimi motivi (ha maturato il diritto al pensionamento) per cui i servizi sociali a San Pietro Vernotico chiudono i battenti. I cittadini bisognosi, il Tribunale per le relazioni sociali, chi ha necessità dei servizi sociali, tutta la rete del welfare o stato sociale non avrà un interlocutore: un Comune paralizzato. Il povero segretario comunale oggi è responsabile di: contratti (ex area Antonucci, in attesa di pensione e quindi assente), tributi (dr.ssa Meo, assente), Polizia Locale (comandante, in attesa di pensione e quindi assente), servizi sociali (dirigente ed istruttore assente), e deve al tempo stesso curare ogni situazione collegata con il ruolo di responsabile della Prevenzione e corruzione. Se firma atti gestionali in tutti questi settori probabilmente commette un grave errore; se non firma probabilmente viola il regolamento dell’Ente e vi è il rischio di danni per il Comune oltre che di omissioni di atti dovuti.

Ma i pensionamenti sono stati resi noti ieri o si conoscevano e quindi è mancata una politica di programmazione. E per i sindacati a livello locale e provinciale, va tutto bene? Forse si, perché  nel frattempo  l’unico argomento di discussione e problema del Paese è organizzare la Festa patronale e l’estate sampietrana. Per il resto il nulla: sentenze per condanne continue, illegittimità, Anac, e poi il nulla. Una barca alla deriva senza timoniere ma anche senza una ciurma capace di aiutare il timoniere, tutti impegnati nel nulla.

Una fotografia ritengo obiettiva e difficilmente confutabile, ma un dramma per il paese allo sbando. Ormai si ritiene che i cittadini abbiano acquistato coscienza di ciò, ma è troppo tardi per rimediare, soprattutto se il Pd locale, provinciale e regionale continua a far finta di non avere consapevolezza di tali drammi e della cattiva sorte che ha scientemente deciso di riservare alla cittadinanza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"S.Pietro, una barca alla deriva senza timoniere ma anche senza una ciurma"

BrindisiReport è in caricamento