rotate-mobile
Cronaca

Sacche di sangue in esaurimento, appello dell'Asl: "Venite a donare"

Le scorte di sangue dell'ospedale Perrino sono ridotte al lumicino. Per questo, l'Asl Brindisi "invita tutti i donatori e la cittadinanza a presentarsi presso il Centro Trasfusionale , dalle ore 8 alle 12 di tutti i giorni (esclusa la domenica), per un gesto di solidarietà e civiltà". L'Asl escludel che tale carenza sia dovuta alla fine della convenzione con l'Avis

BRINDISI – Le scorte di sangue dell’ospedale Perrino sono ridotte al lumicino. Per questo, l’Asl Brindisi “invita tutti i donatori e la cittadinanza a presentarsi presso il Centro Trasfusionale , dalle ore 8 alle 12 di tutti i giorni (esclusa la domenica), per un gesto di solidarietà e civiltà”. L’appello è stato lanciato attraverso una nota stampa firmata dalla responsabile della struttura di Informazione e Comunicazione istituzionale dell’azienda sanitaria, Giuseppina Scarano.

La stessa, contattata da BrindisiReport, spiega che tale carenza non è dovuta all'interruzione della convenzione con Avis, associazione di volontariato che fino alla prima metà di aprile raccoglieva sacche di sangue per l’Asl, garantendo un continuo apporto al Dipartimento di Medicina trasfusionale del Perrino. “La carenza  – afferma la Scarano – è legata al fatto che ci sono delle necessità”.  Che tipo di necessità? Lo chiarisce il responsabile di tale dipartimento, il dottor Francesco Cucci.

“In questo momento – dichiara Cucci – non ci troviamo in una situazione di emergenza, ma l’autonomia garantita dalla nostra scorta di sangue è estremamente relativa. Oggi posso essere ricco. Ma domani, se dovessero arrivare numerosi pazienti bisognosi di una trasfusione, potrei diventare povero. Ci serve l’aiuto dei donatori - prosegue Cucci - per fronteggiare subito il fabbisogno legato a incidenti, traumi, assistenza domiciliare, pazienti affetti da leucemia, soggetti trapiantati. La carenza di sangue, purtroppo, riguarda tutta la provincia. Lanciamo un appello alla donazione affinché questa carenza non diventi grave”.

Al Perrino si registra una media giornaliera di 10-12 donazioni. Negli ospedali di Ostuni e Francavilla Fontana, la media è di circa 10 donazioni per due giorni alla settimana. Troppo poco. “Le uscite – dichiara ancora Cucci – superano di gran lunga le entrate. Il fabbisogno giornaliero è quantificabile in 30-35 sacche al giorno. In questo momento riusciamo a garantirlo. Ma domani, ripeto, non posso sapere in che situazione ci ritroveremo. Dobbiamo prevenire un'eventuale emergenza. La cosa che mi consola – prosegue Cucci – è che Brindisi si è sempre mostrata  sensibile verso questo problema. Il donatore crede in questo gesto. Perché in una società civile, è doveroso che chi non sta bene, venga aiutato da chi sta bene”. 
 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sacche di sangue in esaurimento, appello dell'Asl: "Venite a donare"

BrindisiReport è in caricamento