Cronaca

Saccheggiano auto di turisti: un cittadino li insegue e li fa arrestare

Poliziotti e carabinieri hanno ammanettato due baresi che avevano rubato una borsa che si trovava all'interno di un'auto di una coppia di francesi, all'esterno di un lido

Foto di repertorio

OSTUNI – Grazie a un intervento congiunto di polizia e carabinieri sono stati colti con le mani nel sacco due ladri in trasferta che avevano appena saccheggiato l’auto di una coppia di turisti francesi parcheggiata all’esterno di uno stabilimento balneare situato sul litorale di Ostuni. Le manette ai polsi sono scattate nei confronti dei baresi Nicola De Scala, 60 anni, e Domenico Procida, 45 anni. I due sono stati ammanettati dai poliziotti del commissariato della Città Bianca diretti dal commissario capo Gianni Albano e dai carabinieri della compagnia di Fasano al comando del capitano Pierpaolo Pinnelli.

Ad attivare le forze dell’ordine è stato un solerte cittadino che dopo aver colto il malfattori sul fatto, ha DE SCALA NICOLA NATO A Bari (BA)classe 1958-2iniziato a inseguirli, cercando di non farsi notare. I ladri si sono allontanati dalla struttura balneare a bordo di un’Alfa Romeo 147. Mentre li tallonava a breve distanza, il cittadino ha contattato la polizia attraverso il 113. La sala operativa del commissariato ha inviato sul posto una Volante e allo stesso tempo ha allertato anche i colleghi dell’Arma. La macchina stava percorrendo la strada complanare lato mare che costeggia la superstrada Brindisi-Bari, direzione Torre Canne.

PROCIDA Domenico nato a Bari (BA) classe 1971-2Poliziotti e carabinieri sono riuscite ad agganciare l’auto sospetta in località Pilone/2, marina di Ostuni, nei pressi di una spiaggia in cui si trovavano altre auto in sosta. I baresi sono stati bloccati. Nel corso di una perquisizione all’interno dell’Alfa è stata trovata la somma di denaro che si trovava nella borsa della turista francese e uno strumento con le due estremità appuntite utilizzato per l’effrazione del deflettore anteriore lato passeggero della macchina presa di mira.

Il riscontro decisivo poi è arrivato dalle immagini delle telecamere di cui è dotato lo stabilimento balneare in cui si erano fermati in francesi. Come si evince dai fotogrammi acquisiti dagli investigatori, i turisti, dopo aver parcheggiato, si sono diretti verso il chiosco dello stabilimento. A quel punto si è avvicinata alla loro macchina l’Alfa dei baresi. Questi sono scesi dalla vettura, si sono impossessati della borsa della turista dopo aver forzato il veicolo e si sono dati alla fuga. La borsa è stata successivamente ritrovata dalla stessa vittima a circa 400 metri dal parcheggio, in quanto i ladri se n’erano disfatti dopo aver prelevato i soldi.

Procida e De Scala, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, sono stati condotti presso le rispettive abitazioni in regime di domiciliari, con l’accusa di furto aggravato. A carico dei due inoltre è stato emesso un foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune di Ostuni per anni 3.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saccheggiano auto di turisti: un cittadino li insegue e li fa arrestare

BrindisiReport è in caricamento