menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Saccomanno, Haralambides, Vitali e Mennitti

Saccomanno, Haralambides, Vitali e Mennitti

Saccomanno: "Porto, pressing sospetto"

BRINDISI - Riceviamo e pubblichiamo un breve intervento del senatore Michele Saccomano, del PdL, la persona che ha segnalato il professor Iraklis Haralambidis al sindaco Domenico Mennitti, per la candidatura alla presidenza dell'Autorità portuale brindisina, oggi al centro di un fuoco concentrato di critiche, incluse le nostre (ma lo abbiamo anche difeso inizialmente quando l'unico addebito che gli veniva mosso era quello di utilizzare più l'inglese dell'italiano). Il punto, a nostro avviso, non è solo Haralambides, ma è il sistema degli equilibri di potere nel porto, che nessuno ha sin qui modificato (in meglio, ovviamente).

BRINDISI - Riceviamo e pubblichiamo un breve intervento del senatore Michele Saccomano, del PdL, la persona che ha segnalato il professor Iraklis Haralambidis al sindaco Domenico Mennitti, per la candidatura alla presidenza dell'Autorità portuale brindisina, oggi al centro di un fuoco concentrato di critiche, incluse le nostre (ma lo abbiamo anche difeso inizialmente quando l'unico addebito che gli veniva mosso era quello di utilizzare più l'inglese dell'italiano). Il punto, a nostro avviso, non è solo Haralambides, ma è il sistema degli equilibri di potere nel porto, che nessuno ha sin qui modificato (in meglio, ovviamente).

Se la domanda che il senatore Saccomanno pone circa la trasparenza degli interessi nell'economia portuale riguarda anche il "sistema porto", condividiamo il suo invito a far luce, anche se i rapporti di potere sono molto evidenti. Che lo debba fare la magistratura, è discutibile, perchè la procura non si occupa di economia. Ma si può occupare - e non è affatto escluso che lo stia già facendo - ad esempio degli esposti che ha ricevuto, uno recentemente, molto illuminante sul "sistema porto" e sulla stessa Autorità portuale. Il tracciante, insomma, c'è.

Il problema di Iraklis Haralambidis è che non ha mosso un dito per rimettere ordine in una macchina che secondo molti non funziona affatto bene, anche se costa molto. E Brindisi non si può permettere altri periodi di rodaggio, altre attese. Ma poi di che? Sembra che il presidente abbia affidato a tre saggi olandesi la valutazione dei requisiti di alcuni possibili candidati all'incarico di segretario generale. Quello di Nicola Del Nobile infatti è in scadenza. Ma gli osservatori dicono che alla fine resterà Del Nobile. Ecco l'intervento del senatore Michele Saccomanno.

"Menomale che c'è Minervini. Ritengo che risalti con forza l'impegno di parte della politica e non solo nei confronti della Autorità Portuale di Brindisi negli ultimi tempi. Chi ha visto per anni colare a picco la vita del porto ed ha costantemente tollerato o sommessamente alzato il dito, oggi sembra si sia organizzato non per creare un osservatorio, ma avendo già organizzato un gruppo di osservatori per una campagna di stampa che tenda ad allarmare i cittadini e commissariare di fatto o con succedanei, a pochi mesi dall'insediamento, il presidente Haralambides.

I problemi ci sono, ma vanno affrontati nei tempi possibili oltre che nei modi dovuti. Mi sembrerebbe anche importante, alla luce di sospette pressioni mediatiche per l'indebolimento dell'attuale Autorità Portuale, che la Magistratura brindisina andasse a guardare in questo settore di primaria importanza nella vita economica della nostra comunità. Brindisi con Mennitti ha riguadagnato trasparenza in molti settori: il porto era ed é trasparente? C'é una economia chiara alle sue spalle?".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

E' Anna Lucia Matarrelli la nuova comandante della polizia locale

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Inseguimento e schianto contro una casa: fermati due uomini

  • Incidenti stradali

    Con la moto contro un auto, 17enne muore dopo una settimana in coma

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento