Cronaca

Impianto Cdr, salta di nuovo la firma della transazione Comuni-Nubile

Assenti per la terza volta i sindaci dei Comuni dell’Aro Brindisi 1: insistono per una riduzione delle tariffe. Domani ultimo tentativo: il sindaco Consales, presidente dell'Organo di governo d'ambito, pronto ad andare dal prefetto

BRINDISI – Terzo forfait. E’ saltato anche il terzo tentativo per la firma della transazione tra i Comuni del Brindisino e la società Nubile Srl, gestore dell’impianto di Cdr: anche oggi i rappresentanti dell’Aro Br/1 hanno scelto la strada dell’assenza e hanno disertato l’assemblea in segno di protesta sul contenuto dell’accordo perché continuano a chiedere – senza avere risposta -  una riduzione delle tariffe che l’impresa ha chiesto a titolo di conferimento dei rifiuti, di fronte a servizi non resi o non assicurati per intero.

Se ne riparlerà domani, giorno stabilito per un ritorno al tavolo dell’Organo di governo d’ambito, nella speranza che il pomeriggio, la sera e la notte possano portare consiglio ai sindaci “contestatori”, visto che i colleghi regolarmente presenti alla riunione odierna non perdono la speranza di riuscire ad arrivare alla stretta di mano e confidano nei canali della diplomazia per guardare oltre, al futuro dell’impianto di Cdr.

“L’accordo transattivo è nell’interesse di tutti”, dicono. “Non si capisce per quale motivo anche chi si è detto favorevole alla firma adesso ha deciso di fare ostruzionismo, per di più dopo aver indicato il nome dell’avvocato Roberto Palmisano di Oria”, continuano facendo riferimento ai sindaci di San Pancrazio Salentino, Francavilla Fontana, Ceglie Messapica, Erchie, Latiano, Oria, San Michele Salentino, Torre e Villa Castelli. Sono assenti dallo scorso 4 settembre, primo giorno di  forfait. Da rilevare che il sindaco di Francavilla Fontana, Maurizio Bruno, è anche presidente della Provincia.

Probabilmente meno ottimista, vista la situazione di tensione diventata quanto mai evidente negli ultimi giorni, con tutto lo strascico politico interno al Partito democratico, è il primo cittadino di Brindisi, Mimmo Consales se corrisponde al vero l’indiscrezione secondo cui sarebbe intenzionato a chiedere un incontro con il prefetto, tenuto conto del fatto che si tratta di un servizio di interesse pubblico, sul quale i dirigenti dell’Oga si sono espressi in occasione di una delle ultime proteste dei lavoratori dell’impianto, alle prese con ritardi nei pagamenti degli stipendi.

La strada che porta al Palazzo di piazza Santa Teresa per incontrare il massimo rappresentante del governo sul territorio sarebbe l’ultima chance per chiudere il capitolo legato ai rapporti pregressi tra la parte pubblica e quella privata e saltare la situazione di empasse che si è venuta a creare. Il rischio è che il blocco sotto questo fronte, possa avere un’ulteriore conseguenza perché nel caso di reiterata inattività dell’Oga, l’organismo possa essere commissariato.

La decisione spetta alla Regione Puglia ed è al governatore Michele Emiliano che Consales si è rivolto per illustrare la situazione rifiuti nel Brindisino, per la prima volta definita esplosiva dopo la chiusura della discarica di Autigno, finita sotto sequestro nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla Procura di Brindisi su un presunto inquinamento della falda acquifera.

Ma da Emiliano hanno fatto tappa anche gli stessi sindaci dell’Aro Br/1 dopo il blocco dei camion all’ingresso dell’impianto di Cdr, quando si scoprì che trasportavano rifiuti non coincidenti con quelli indicati nei documenti di accompagnamento. Situazione su cui stanno indagando i carabinieri del Noe che in Procura hanno depositato una prima relazione, allegando i verbali di interrogatorio degli autisti dei compattatori.

La versione originaria della transazione prevede la realizzazione degli interventi di revamping sull’impianto di biostabilizzazione entro nove mesi (stimati in sette milioni di euro), la restituzione di  451mila euro a titolo di ecotassa, la rinuncia ai decreti ingiuntivi nei confronti dei Comuni e al processo con l’amministrazione di San Pietro Vernotico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto Cdr, salta di nuovo la firma della transazione Comuni-Nubile

BrindisiReport è in caricamento