rotate-mobile
Cronaca

Salta una rete di prostituzione tra Calabria e Puglia, arrestati anche coniugi brindisini

COSENZA - E' stato l'esposto presentato dai condomini di un fabbricato di Rende, nel cosentino, a dare l'avvio all'indagine della squadra mobile che ha arrestato otto persone per sfruttamento della prostituzione. Gli indagati hanno avviato case di appuntamenti a Cosenza, Lamezia Terme (Catanzaro) e Lecce. Fra gli otto arrestati ci sono una coppia di coniugi di Brindisi, già noti alle forze dell'ordine per reati simili, e tre agenti nel settore immobiliare. Tra questi il contitolare dell'agenzia ''Solo affitti' di Rende, sequestrata dalla squadra mobile di Cosenza, il contitolare dell'agenzia ''Studio Casa Immobiliare'' di Lamezia Terme e un altro agente immobiliare di Lecce. Agli arresti domiciliari anche il proprietario di uno degli appartamenti di Cosenza dato in affitto alle prostitute, pienamente consapevole all'utilizzo che le donne ne avrebbero fatto.

COSENZA - E' stato l'esposto presentato dai condomini di un fabbricato di Rende, nel cosentino, a dare l'avvio all'indagine della squadra mobile che ha arrestato otto persone per sfruttamento della prostituzione. Gli indagati hanno avviato case di appuntamenti a Cosenza, Lamezia Terme (Catanzaro) e Lecce. Fra gli otto arrestati ci sono una coppia di coniugi di Brindisi, già noti alle forze dell'ordine per reati simili, e tre agenti nel settore immobiliare. Tra questi il contitolare dell'agenzia ''Solo affitti' di Rende, sequestrata dalla squadra mobile di Cosenza, il contitolare dell'agenzia ''Studio Casa Immobiliare'' di Lamezia Terme e un altro agente immobiliare di Lecce. Agli arresti domiciliari anche il proprietario di uno degli appartamenti di Cosenza dato in affitto alle prostitute, pienamente consapevole all'utilizzo che le donne ne avrebbero fatto.

I brindisini arrestati sono Anna Maria Casamassima, 43 anni, originaria di Bari, e Andrea Zonno di 44 anni, già coinvolti in passato in una vicenda simile ma avvenuta in Ostuni. I due coniugi si occupavano nel caso al centro delle indagini della magistratura cosentina di reperire appartamenti dove avvenivano gli incontri tra le prostitute ed i clienti, e curavano - sempre secondo le accuse - anche la rotazione della ragazze nelle case di appuntamento. Altre notizie a breve in un approfondito articolo. L'operazione a Brindisi è stata condotta in collaborazione tra gli uomini del vicequetore Francesco Barnaba e i colleghi della Squadra mobile di Cosenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salta una rete di prostituzione tra Calabria e Puglia, arrestati anche coniugi brindisini

BrindisiReport è in caricamento