rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Saltano in aria altri cassonetti Monteco

BRINDISI - Continua la distruzione dei cassonetti dei rifiuti della società di igiene urbana, la Monteco, da parte di ignoti. Dopo i ripetuti raid incendiari degli ultimi giorni ai danni dei contenitori della differenziata in varie zone di Brindisi, oggetto dell'ennesima denuncia contro ignoti sporta dalla società alla polizia.

BRINDISI - Continua la distruzione dei cassonetti dei rifiuti della società di igiene urbana, la Monteco, da parte di ignoti. Dopo i ripetuti raid incendiari degli ultimi giorni ai danni dei contenitori della differenziata in varie zone di Brindisi, oggetto dell'ennesima denuncia contro ignoti sporta dalla società alla polizia, ecco lo sfondamento di altri cassonetti nella notte tra il 31 dicembre e l'1 gennaio, causato dalla deflagrazione di grossi petardi.

Gli episodi rilevati questa mattina dalle stesse squadre Monteco in servizio dalle prine ore del mattino, sono avvenuti in largo Poliziano al quartiere Paradiso e in via dei santi Apostoli in via Materdomini, zona Punta Penne. La Monteco ritiene che si tratti di azioni non archiviabili come episodi di semplice vandalismo. Ma noin ci sono solo i danni di 300-400 euro a cassonetto distrutto causati a Monteco. Ogni incendio di contenitore di plastica sprigiona sostanze tossiche e nocive.

Va anche detto che chi ha fatto esplodere i cassonetti si è assunto un grosso rischio, come nel caso del contenitore del vetro di largo Poliziano, dove il petardo è stato collocato sotto il contenitore perchè lo stesso era chiuso a chiave. Se fosse esploso all'interno avrebbe scagliato intorno schegge di vetro che avrebbero falciato chi lo aveva innescato. Un'operazione tutt'altro che intelligente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saltano in aria altri cassonetti Monteco

BrindisiReport è in caricamento